Salute: abbronzarsi senza pericoli

Arriva l’estate e come ogni anno le raccomandazioni degli esperti non sono mai troppe; tutelate la vostra salute anche quando andate al mare: abbronzarsi sì, ma fate attenzione alle scottature. Di seguito cercheremo di dare qualche suggerimento che, come ripetono gli specialisti, possono aiutare a tutelare la vostra salute e ottenere al contempo una buona abbronzatura. Giugno è ormai alle porte e già le prime vacanze estive sono state prenotate con molti italiani che hanno le valigie già pronte o quasi, per andare a riposarsi sotto il caldo sole estivo nelle loro località balneari preferite. Avere la tintarella è il primo presupposto delle vacanze: tornare a casa con la pelle bella scura e dorata dal sole. Attenzione però l’abbronzatura deve arrivare in modo graduale.

Infatti, uno tra i primi consigli elargiti dagli esperti, è quello di dedicarsi al sole a piccole dosi; non andare in spiaggia fin dal primo giorno per troppe ore, potrebbe rivelarsi estremamente pericoloso e dannoso per la vostra salute.

La protezione deve essere alta e applicata almeno mezz’ora prima di esporsi al sole, il primo giorno dovreste dedicarvi con parsimonia alla tintarella per non rischiare di avere scottature. Un paio di ore non di più, nei giorni successivi potrete allungare i tempi di esposizione; applicherete più volte la vostra protezione per evitare la disidratazione della pelle sotto i raggi aggressivi UVB e, soprattutto ogni volta che vi bagnate in mare, è fondamentale spalmare nuovamente la vostra crema sulla pelle. Fare questo lavoro più volte evita inoltre che alcune zone della pelle rimangano prive di copertura solare, spesso anche per semplice distrazione durante lo stesso atto in cui spargete la vostra crema sul corpo.

Particolare attenzione per il viso, che è la parte più delicata del corpo. Anche in città si dovrebbero usare creme che proteggano la pelle dal sole in estate, ma quando partite per le vostre vacanze, la protezione deve essere quella massima. Le scottature e le bruciature, oltre a rovinare i vostri giorni di vacanza, sono molto pericolose per la vostra pelle e attentare seriamente alla vostra salute.

L’esposizione al sole va fatta in determinate ore del giorno, è altamente sconsigliato mostrarsi ai raggi UVB nelle ore più calde che vanno dalle 12 alle 16. Meglio scegliere sempre le prime ore del mattino fino alle 11 circa, oppure il tardo pomeriggio. Se proprio non potete farne a meno ed evitarlo, è bene che vi copriate con maglie e cappelli per non essere aggrediti in modo violento dai raggi colpevoli.

Un aiuto importante arriva anche dall’alimentazione. Dovete nutrire il vostro corpo nel modo migliore, in maniera che questo non rimanga mai privo delle sostanze essenziali per difendersi dai raggi del sole. Bere molta acqua e consumare la frutta con il giusto apporto delle vitamine fondamentali che favoriscono la tintarella e che contemporaneamente vi proteggono: peperoni, agrumi e kiwi per la vitamina C; la E con uova e broccoli; la A  -betacarotene che comprende tutti i vegetali con polpa rossa o gialla.

Il doposole è fondamentale per avere cura della vostra pelle, applicatelo dopo ogni esposizione al sole, non solo rigenerate la vostra pelle con la sensazione di freschezza, può essere di grande sostegno per la pelle stessa idratandola e nutrendola. Il termine prevenzione è e rimane d’obbligo  quando si parla di salute anche se l’argomento può sembrare frivolo come l’abbronzatura. Il sole se assunto nel modo sbagliato può portare diverse malattie della pelle, tra queste il melanoma di cui abbiamo più volte parlato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here