Days of the Dinosaur: un salto nella preistoria al Real Albergo dei Poveri

Un viaggio alla scoperta dell’evoluzione della vita sulla Terra. Al Real Albergo dei Poveri va in scena la preistoria. Questo e molto altro è Days of the Dinosaur. Allestita in oltre 20 paesi, la mostra dedicata al mondo dei dinosauri che ha appassionato 300.000 visitatori, è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Napoli e della Regione Campania. Dopo le tappe di Roma e Torino, Days of the Dinosaur sarà a Napoli fino al 27 gennaio, in uno degli spazi più suggestivi della città.

Dal gigantesco Tyrannosaurus al più piccolo Archaeopteryx, dal corazzato Ankylosaurus all’imponente Triceratops, fino al malvagio Spinosaurus. Un balzo indietro di 250 milioni di anni. Enormi esseri preistorici a dimensioni naturali, immersi in 12 scenari diversi, si muovono e ruggiscono, come se fossero vivi, fra effetti di luce, paesaggi e piante ricostruiti con estrema precisione scientifica. Veri e propri capolavori della robotica e dell’ingegneria, i dinosauri prendono vita grazie ad una sorprendente tecnologia che ha permesso di creare robot che sfiorano la perfezione.

Una suggestiva esposizione di esemplari del periodo giurassico, realizzata a cura di un team di paleontologi professionisti, che muovono anche le più piccole parti del proprio corpo come occhi, lingua e dita, restituendo uno scenario di grande realismo. Un’esperienza unica nel suo genere, che immerge il visitatore in un percorso affascinante alla scoperta di un periodo, tanto remoto quanto lungo, della storia del nostro pianeta. Fra gioco e didattica, scienza e divertimento, Days of the Dinosaur catapulta famiglie e piccini in un’atmosfera surreale.

La mostra non manca certo di coinvolgere i più piccoli, vero obiettivo della manifestazione, con un Dinolab pensato apposta per loro. Al termine del labirinto giurassico, infatti, si entra nel parco giochi interattivo dove, come piccoli archeologi, in un box appositamente allestito con sabbia, fossili e attrezzi da lavoro, i bambini possono realizzare gli scavi cercando le ossa, per poi ripulirle e posizionarle in un vero scheletro di dinosauro, coordinati da uno staff di professionisti. Inoltre, in un’altra area è possibile disegnare, con pastelli e colori, il proprio dinosauro preferito e assistere alla proiezione di un istruttivo documentario in tre dimensioni sulle origini della Terra.

Il mondo dei dinosauri continua ad esercitare un’immutata fascinazione. Days of the Dinosaur si configura come una mostra concepita nel rispetto della didattica, ma allo stesso tempo anche come un’avventura, divertente e indimenticabile, alla scoperta dei segreti del pianeta, con le sue ere geologiche, le evoluzioni della specie, la teoria del Big Bang e tante altre interessanti curiosità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here