È morta Mariangela Melato, signora del teatro italiano

È morta Mariangela Melato, una delle più grandi attrici italiane di teatro e cinema: 71 anni, è spirata questa mattina in una clinica di Roma dopo una lunga malattia. Lo spettacolo italiano perde una delle sue più importanti protagoniste: eclettica e brillante, debutta nel 1960 quando entra nella compagnia di Fantasio Piccoli e prende parte a  ‘Binario cieco’ di Terron.

Tre anni dopo recita con Dario Fo: dal ’63 al ’65 è impegnata in ‘Settimo ruba un po’ meno’ e ‘La colpa è sempre del diavolo’, poi è la volta di Luchino Visconti che la vuole nel 1967 per la ‘Monaca di Monza’ e Ronconi che la chiama per l’Orlando Furioso.

Dal teatro passa al cinema, mettendo a disposizione del grande schermo la sua forte personalità: arrivano i successi di Per grazia ricevuta, La classe operaia va in paradiso, Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto, La poliziotta, Caro Michele. Ma è il teatro la sua vera passione: affronta testi impegnativi come Medea (1986) e Fedra (1987) di Euripide, commedie come ‘Vestire gli ignudi’ di Pirandello (1990) e ‘La bisbetica domata’ di Shakespeare (1992); dal 1993 mette in scena per lo Stabile di Genova, tra gli altri, Un tram che si chiama desiderio e L’affare Makropulos sempre con Ronconi. Ma non mancano altre apparizioni nel cinema in ‘Panni Sporchi’ di Monicelli e ‘Un uomo perbene’ di Maurzio Zaccaro.

Si cimenta anche con la tv con tra gli altri ‘Scandalo’, 1990, e ‘Rebecca, la prima moglie’, 2008. Proprio in televisione la si è vista nei giorni scorsi nel ruolo di Filumena Marturano al fianco di Massimo Ranieri, nella trasposizione per la tv della commedia di Eduardo De Filippo, girata nel 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *