Twitter: il fattore umano per emergere nell’overload informativo del web

Quando la macchina ha ancora bisogno dell’apporto umano. Al via su Twitter un nuovo sistema per l’indicizzazione delle notizie. Hashtag, trend topic e news presto saranno selezionati non più solo attraverso gli algoritmi di ricerca, ma anche grazie all’apporto del fattore umano.
E’ questa l’idea che ha spinto il famoso microblogging ad individuare centinaia di volontari in tutto il mondo per mettere a punto la sua nuova strategia. Tali utenti, registrati su Mechanical Turk, piattaforma di crowdsourcing gestita da Amazon, per un piccolo compenso, attribuiranno le giuste categorie e gli inerenti collegamenti a quelli che sono i top trend sulla piattaforma.

Twitter nei giorni scorsi ha annunciato la nuova funzionalità di ricerca in tempo reale, che consentirà di aggregare i post in flussi di notizie, con un video realizzato proprio da coloro che si occuperanno dell’analisi dei tweet. Attualmente, Twitter utilizza algoritmi complessi che sono in grado di identificare i cosiddetti trend, le parole più cercate all’interno del social network, senza riconoscerne il significato. E da qui nasce l’idea di apportare un’importante modifica al meccanismo, con l’introduzione del cosiddetto fattore umano, che rappresenta un sicuro valore aggiunto nel definire la semantica delle parole nella fase di analisi dei picchi di ricerca. In questo modo Twitter si appresta a diventare un aggregatore di notizie vero e proprio, anziché di soli termini. News che cambieranno di continuo, visto il breve ciclo di vita di un determinato trend.

Tutto questo si configura come un contributo particolarmente prezioso per analizzare espressioni, slang e modi di dire che l’automatizzazione degli algoritmi non potrebbe mai cogliere. Una migliore categorizzazione e indicizzazione dei contenuti trasformerebbe la sezione “scopri” del celebre social in una vera e propria rassegna stampa, una raccolta di articoli che consentirebbe agli utenti di mantenersi informati senza abbandonare la piattaforma. Inoltre, una maggiore organizzazione dei contenuti sarebbe di enorme aiuto per i tweet sponsorizzati e garantirebbe campagne di advertising più specifiche, efficaci e quindi più redditizie.

Twitter è pronto a schierarsi in prima linea nell’offerta di notizie importanti e rilevanti. All’inizio sarà difficile fare concorrenza ad aggregatori veloci e affermati come Google News, Bing News, Yahoo News e simili, ma fin da subito, grazie alla sua grande viralità, darà certamente filo da torcere in quanto a qualità e tempestività delle notizie. Particolare non certo da poco ora che Twitter si prepara a fare il suo ingresso in borsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *