Jennifer Lawrence dopo l’Oscar si fa bruna per Hunger Games

A soli 22 anni Jennifer Lawrence è la ragazza del momento. La sua rovinosa caduta durante la serata degli Oscar sta ancora facendo il giro del mondo, ma soprattutto la vittoria ne sta facendo decisamente salire in su le quotazioni. E nemmeno il tempo di festeggiare come si deve il grande risultato raggiunto, che l’attrice è pronta a ributtarsi a capofitto nel lavoro.

Ad attenderla c’è un nuovo progetto ancora senza titolo che la vedrà nuovamente coinvolta con il regista David O. Russell e in cui farà coppia con Christian Bale. Si tratta della vera storia di un genio delle truffe finanziarie, Melvin Weinberg (interpretato da Bale), e della sua complice nonchè amante (Amy Adams), costretti a lavorare con un agente federale (Bradley Cooper) in un’ operazione segreta chiamata Abscam, condotta dall’FBI nel 1978 per smascherare la corruzione all’interno del Congresso.

Ma prima di girare questo film Jennifer è in procinto di tornare,  già da questa settimana, sul set di The Hunger Games Catching Fire (in uscita mondiale il 22 novembre 2013) per concludere le riprese, come ha spiegato lei stessa in un’intervista sul red carpet degli Academy Awards: “Volerò alle Hawaii domani e saremo lì per due settimane. Ci sono alcune scene che non abbiamo ancora terminato di girare”.  Il primo passo è stato però tingersi i capelli. E infatti, per indossare nuovamente i panni di Katniss Everdin, l’attrice è stata costretta ad abbandonare la capigliatura bionda sfoggiata durante tutta la Award Season  e a tornare mora. Ancora sorridente e su di giri per la conquista dell’Oscar, la Lawrence è stata avvistata dai paparazzi mentre usciva dal rinomato salone di bellezza Rossano Ferretti a Beverly Hills.

Il sequel della saga campione di incassi si aprirà con il Tour della vittoria dei due tributi usciti vincitori dalla 74° edizione degli Hunger Games. Lungo la strada Katniss percepisce che la ribellione sta montando contro Capitol City, proprio mentre il Presidente Snow sta preparando la 75ª edizione dei giochi, una gara che potrebbe cambiare per sempre le sorti della nazione di Panem.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *