Connected Cars: le prime auto connesse a banda larga in arrivo dalla General Motors

Si stanno svolgendo in questi i giorni a Barcellona i lavori del  Mobile World Congress, serie d’incontri sull’open web e sulle opportunità di mercato della tecnologia mobile connessa ad internet. A parteciparvi vi sono esperti di telefonia, web, programmatori ma anche esperti del settore auto che proprio in questa sede hanno mostrato al pubblico un’automobile davvero rivoluzionaria. Stiamo parlando della “connected car” l’ auto connessa a banda larga per un miglior collegamento ad internet, progettata dalla General Motors. Il prodotto è stato presentato Steve Grisky, Vice Chairman dell’azienda di Detroit. Il debutto di questa nuova tecnologia che dispone di un sistemi 4G Lte è previsto nel prossimo anno negli Stati Uniti e Canada. Noi europei dovremo aspettare qualcosa in più.

Stando a quanto afferma Steve Grisky, al momento, soltanto la General Motors è in grado di mettere in cantiere il servizio G4 nel modo più efficiente e veloce. Il colosso d’automotive americano si propone, dunque, leader sul mercato anche per quanto riguarda l’intrattenimento all’interno dell’abitacolo che ad oggi, si rivela essere il nuovo campo di competizione del settore auto. Una sfida che si è nettamente spostata dal lato delle prestazioni su strada dei veicoli e si è concentrata all’interno della macchina, nel reparto accessori tecnologici. Così come le grandi aziende di elettronica recuperano terreno producendo nuove app e sistemi di supporto, così anche le compagnie d’automobili dovranno essere competitive in questo settore.

Buick, Chevrolet, GMC, Cadillac, e quindi truck e crossover, saranno i primi modelli che disporranno di video in streaming nei sedili posteriori per l’intrattenimento dei viaggiatori e sistemi di diagnostica avanzata del veicolo per il conducente. Sembrerà di stare davanti al proprio pc, insomma, con una super connessione internet che permetterà all’automobilista di sapere, in tempo reale, le condizioni sul traffico, informazioni meteo o autostradali grazie alla nuova rete 4G che garantisce una connessione 10 volte più veloce della precedente; il tutto per rendere il viaggio in auto un’esperienza piacevole e, quanto più possibile, priva di sgradite sorprese. Il miglioramento delle prestazioni wi-fi sarà reso possibile grazie ai dati nelle cloud e amministrando le diverse attività con una piattaforma d’intrattenimento OnStar, già presente nelle auto General Motors dal ’96.
La tecnologia  4G Lte sarà inserita all’interno del comparto elettronico della macchina, prevedendo un’antenna esterna per migliorare la copertura del segnale. Si potrà accedere a tutte le informazioni internet, dunque, anche soltanto dal veicolo, senza telefonini o tablet. Libertà garantita da un device connesso a bordo abilitato a tutte le funzionalità del computer centrale dell’auto.
Come già detto, questa tecnologia avanzata che mette assieme automotive e web, sarà disponibile, al momento, soltanto su veicoli di alta gamma. Stando all’auspicio della stessa GM, questi stessi dispositivi si spera si possano applicare presto anche ad auto di medio e bassa gamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *