Fujifilm: sale il prezzo delle pellicole

Al principio vi fu il tiosolfato sodico, poi venne il tempo dell’ambrotipia e la ferrotipia, delle pellicole in rullo, della celluloide, di altre cose che non ricordo, la pellicola, le macchinette digitali e, infine, supporti digitali vari (tra cui, ovviamente, cellulari e Tablet).

Nostalgia a parte, sappiamo che ormai gran parte dei fotografi professionisti, amatoriali, gente che passa per caso e ci fa una foto e tanti altri, adoperano nel 90% dei casi apparecchi di ultima generazione, quelli che fanno apparire, per magia, l’immagine appena immortalata su un pc, pronta per essere modificata e migliorata.
Chi è nato prima degli anni ’90, però, sa che un tempo si utilizzavano le pellicole, i sottili nastri di poliestere che si introducono nelle macchine fotografiche simili a scatolette di plastica, rettangolari e quadrate.
Oggi, sono sempre meno i fruitori delle pellicole, un sistema che potremmo definire vintange, e purtroppo per questi impavidi del poliestere, è in arrivo un ulteriore mazzata.

Una delle aziende produttrici di pellicole fotografiche più nota, la Fuijfilm, ha, infatti, deciso di aumentare il costo di ogni singolo rullo perchè, stando alle dichiarazioni aziendali, non si riesce a far fronte ai costi di materiali e produzione.
Tale decisione arriva dopo il già effettuato aumento delle pellicole cinematografiche avvenuto un mese fa, e di altri rincari dei rulli stabiliti nel 2012. Rumors di settore, parlano di futuri prezzi non proprio lievi e di un rincaro che riguarderà tutte le pellicole della Fuijfilm.

Ecco, dunque, un altro pezzo di secolo che se ne va. Un piccolo oggetto tanto caro ai nostalgici del novecento e ai diffidenti del digitale. Potranno mai abituarsi?! Chissà, per il momento dovranno accettare il nuovo avanza e comanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *