H&M: linea costumi taglia 50 per l’estate 2013

La rivoluzione delle curvy, così potremmo definire la nuova linea di costumi taglia 50 lanciata per l’estate 2013 da H&M. La nota marca d’abbigliamento svedese ha deciso di puntare sulle donne normali, quelle che hanno un chiletto in più e hanno voglia di essere belle e alla moda al pari delle coetanee mingherline.

Il nuovo catalogo è stato lanciato con le foto della modella Jennie Runk, 24 anni dal viso incantevole e corpo formoso. Dall’azienda assicurano nessun ritocco, nessun artificio grafico o limature, l’immagine di Jennie è autentica come quella delle donne che troviamo nella vita reale.

La scelta di puntare sulla taglia 50 è stata accolta con favore dal pubblico ma non sono mancate alcune critiche per quei costumi curvy considerati troppo distanti dall’abbigliamento solito H&M. A quanto pare, la moda sta finalmente cambiando direzione comprendendo che il vero target commerciale siamo noi, donne normali che per impegni, costituzione e condizioni di vita non sempre possiamo aspirare al peso perfetto o al vitino da vespa delle taglie 38 e 40.

Ancora oggi, sono migliaia le ragazze e i ragazzi che diventano schiavi dell’anoressia per somigliare a modelli androgeni irreali, dimenticando che quella è l’eccezione perché nella vita reale la storia è un’altra. Il corpo delle donne, infatti, è nella stragrande maggioranza dei casi morbido, lontano da quella magrezza proposta per anni da media e pubblicità; una silhouette impossibile da raggiungere che se perseguita con ostinazione e ossessione può portare anche alla morte.

Vedere sulle copertine dei giornali di moda o sulle passerelle ragazze con corpi più naturali e comuni restituisce giustizia alla donna e alla dignità del suo corpo posto, per troppo tempo, sotto un tacito processo.
H&M aveva rivelato la sua intenzione di puntare su un corpo normale già scegliendo Beyoncé come testimonial, la diva dal corpo sinuoso e molto amata proprio per la sua dirompente femminilità. Con la modella Jennie Runk si è avuta la conferma della curvy come linea di seria A, una fascia di mercato lasciata ai margini per troppo tempo.

E a tal proposito, dall’azienda precisano che l’idea dei costumi taglia 50 non vuole essere l’apertura di una diversa e ristretta linea di mercato, ma piuttosto una linea principale perché queste sono le donne reali.

E sull’idea di normalità si pone anche la stessa Jennie che in un’intervista alla BBC afferma: “Non mi sarei mai immaginata che la campagna ricevesse così tanta attenzione. Non riesco a credere che ci sia tutto questo rumore intorno al mio corpo in bikini. Da giovane la mia taglia mi ha fatto invidiare le ragazze magre che i ragazzi potevano mettersi sulle spalle in un attimo. Uno stato d’animo che mi sono lasciata alle spalle. Alle ragazzine di oggi voglio consigliare di accettarsi così come sono, è possibile. Basta essere al meglio di ciò che si è”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=aMok-RBgj1I[/youtube]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *