Reddito di cittadinanza per le persone più povere: i partiti respingono la mozione del M5S

Questa mattina il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione in Senato per l’introduzione di un reddito minimo garantito da corrispondere alle persone più povere del nostro Paese. Primo firmatario è risultato il capogruppo del M5S Nicola Morra.

Il provvedimento mirava ad individuare in tempi brevi le persone che in Italia vivono al di sotto della soglia di povertà, alle quali corrispondere un reddito di cittadinanza mensile, per aiutarle a superare questo momento di grossa crisi economica, insieme ad altri provvedimenti per stimolare l’occupazione, con risorse provenienti dallo smantellamento delle pensioni d’oro, dall’aumento delle imposte sui giochi d’azzardo e dalla lotta all’evasione fiscale.

La risposta dei partiti? Solo Sel ha appoggiato la proposta, la Lega Nord si è astenuta, mentre Pd, Pdl e Scelta Civica hanno votato contro.

Quindi ancora una volta non cambierà nulla per le persone in maggiori difficoltà del nostro Paese, ed ovviamente tale notizia sui media nazionali ancora non c’è! Il motivo……? Noi un’idea in proposito ce l’abbiamo……