Ragazzo 26enne si spara nella sua casa in Brianza perchè disoccupato

Ora basta! Siamo stufi di dover scrivere ogni santo giorno di persone che si tolgono la vita perchè al di là della crisi economica, questo Stato è incapace di redistribuire la ricchezza tra tutti i cittadini, di modo che NESSUNO, e ripeto, NESSUNO, sia costretto a togliersi la vita perchè lasciato senza alcun mezzo di sostentamento.

Stamattina a Meda (Monza e Brianza) un giovane si è sparato nella sua camera mentre i genitori erano fuori. Tornati a casa, hanno sfondato la porta e lo hanno trovato senza vita con quella pistola (di cui non si conosce ancora la provenienza) accanto, insieme ad un messaggio in cui si scusava per l’insano gesto dovuto al fatto che la sua sopportazione era giunta al massimo.

Il giovane muratore aveva perso il lavoro da un pò di tempo e da allora lavorava solo saltuariamente così come il padre, e negli ultimi giorni era solito ripetere di non avere più i soldi per comprare nulla.

I genitori disperati raccontano di un ragazzo che da diverse settimane si dimostrava depresso e nervoso per la mancanza di un lavoro decente, mentre lo zio è molto chiaro sulle responsabilità di questo gesto: “Questo Stato è incapace!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here