Serie B 2013: il Latina esonera Auteri per offese ai tifosi

A volte dietro un esonero repentino sembra celarsi sempre la fretta, cattiva consigliera di ogni dirigente. La storia dell’Italia pallonara parla chiaro: tanti, tantissimi i cambi di panchina immediati, frettolosi e molte volte sbagliati. Da Lippi con l’Inter a Colantuono con il Palermo spesso il licenziamento ha solo dato il via a stagioni non esaltanti.

Da ieri, in questa lunga lista, c’è anche Gaetano Auteri ormai ex allenatore del Latina in serie B. Dopo tre giornate ed un solo punto guadagnato il tecnico nerazzurro è stato mandato via ma non per il cattivo andamento della squadra (o perlomeno non solo) ma per aver “offeso” – secondo quanto riferito dalla dirigenza pontina – la piazza.

Amore mai sbocciato

Il mancato feeling si è sentito già dal suo annuncio, arrivato a sostituire Stefano Sanderra, un santo dalle parti di Latina. Esser arrivato dopo il mister delle promozioni, con un’idea di gioco molto spregiudicata e portandosi dietro elementi pronti a sostituire gli eroi del salto di categoria è stato un mix letale per i supporters pontini. L’avvio disastroso, seguito poi da una gestione estiva avara di amichevoli, ha solo peggiorato la situazione con una piccola contestazione domenicale nella partita persa con il Varese.

Il tecnico, beccato per il suo passato nocerino, non ha battuto ciglio, ha disertato il richiamo della curva a fine partita e in conferenza stampa avrebbe definito “dilettanti” i protagonisti della sua nuova curva. Gesti che la dirigenza pontina non ha mandato giù arrivando così alla drastica scelta: “Apostrofando così il pubblico di Latina ha indirettamente colpito anche noi – hanno fatto sapere i dirigenti pontini – la curva ci ha sostenuto applaudendo la squadra anche dopo il fischio finale e per questo li ringraziamo”. Dopo il rifiuto di Tesser in pole sembrano esserci Castori, Colomba e Cosmi, tecnici preparati, forse un bene forse no, solo il campo potrà confermarlo. Una cosa però è stata confermata, non sempre il calcio è solo business, può bastare anche un po’ di umanità, piccoli gesti e la strada potrebbe essere inaspettatamente in discesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *