Samp-Genoa 3.a giornata: tutto pronto per il derby

Domani alle 20,45 andrà in scena allo stadio Luigi Ferraris il 107º derby della Lanterna. Con lo spiacevole episodio di spionaggio genoano in primo piano, Liverani e Rossi stanno ultimando le formazioni che scenderanno in campo domani.

In casa rossoblù gli impegni nazionali hanno causato assenze importanti come quella di Antonelli, ma Liverani potrà consolarsi con la disponibilità del nuovo gioiello Centurion. Il tecnico del Grifone potrebbe schierare un 5-3-2 per arginare la Doria sulle fasce: in porta Bizzarri è favorito sul giovane Perìn e potrebbe finalmente esordire con la sua nuova squadra. La difesa a cinque sarà composta dal trio di centrali Gamberini, Manfredini e Portanova, assistiti sugli esterni da Vrsaljko a destra ed Antonini a sinistra. A centrocampo, accanto al regista Lodi, agiranno Kucka e Matuzalem, a segno nell’ultimo derby con una conclusione imparabile dai 30 metri. Davanti Liverani punta su Gilardino, in grande forma in questo inizio di stagione, accanto a cui dovrebbe essere schierato Centurion, ex stella del River Plate di cui si parla benissimo.

In casa Doria Delio Rossi non ha problemi d’infortuni e potrà schierare la rosa titolare con il consueto 3-5-2. Davanti alla porta difesa da Da Costa giocheranno Gastaldello, Palombo, ormai stabilmente al centro del reparto difensivo della Samp, e Costa. In mediana Obiang sarà affiancato da Krsticic e dal nuovo acquisto Bjarnasson; sull’out destro giocherà De Silvestri, mentre a sinistra spazio al giovane Regini. In attacco confermati Eder e Gabbiadini, che hanno deciso con una rete a testa l’ultima partita della Samp a Bologna.

Sarà un derby della Lanterna teso e nervoso, che si deciderà soprattutto a centrocampo: la squadra di Liverani dovrà bloccare Obiang, fondamentale per la manovra della Sampdoria, al pari di Lodi per il Grifone. I blucerchiati dal canto loro dovranno seguire e controllare gli inserimenti degli interni del Genoa, Matuzalem e Kucka. Punti nevralgici della partita saranno sicuramente le fasce: a destra sarà decisivo il duello fra Antonini e De Silvestri, mentre Regini dovrà indubbiamente reggere sulle avanzate palla al piede di Centurion.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *