Serie A 3.a giornata: le probabili formazioni

Giornata di Serie A molto interessante quella che ci apprestiamo a seguire. Il derby d’Italia e il derby della Lanterna spiccano, ovviamente, sulle altre, da seguire i due match salvezza, Livorno-Catania e Verona-Sassuolo. Di seguito tutte le probabili formazioni:

Sabato 18.00 Inter-Juventus
Inter: Mazzarri schiera ancora una volta il 3-5-1-1, confermando quasi per intero l’undici che ha battuto il Catania. L’unico che potrebbe rimanere in panchina è Kovacic, non al meglio dopo un infortunio rimediato al Massimino, scalda i motori Taider, pronto a prendere il suo posto.

Juventus: Conte ha recuperato Vucinic e di poter contare anche su Barzagli, ma al momento il centrale toscano è in forte dubbio per il match di questo pomeriggio. Se non dovesse farcela, scenderà in campo Ogbonna, visto che anche Caceres è ai box.

Inter(3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Cambiasso, Taider, Nagatomo; Alvarez; Palacio;
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Vucinic;

20.45 Napoli-Atalanta
Napoli: Benitez potrebbe varare un turnover massiccio in vista dell’esordio in Champions League contro il Borussia Dortmund. Albiol, Behrami, Hamsik, Maggio e Zuniga dovrebbero riposare, spazio alle riserve di lusso Cannavaro, Dzemaili, Mertens, Mesto e Armero.

Atalanta: Si va verso la difesa a 3, Colantuono vuole più densità in mezzo al campo, e rinuncia ad una punta, il sacrificato sarà Livaja.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Mesto, Britos, Cannavaro, Armero; Dzemaili, Inler; Callejon, Mertens, Insigne; Higuain;
Atalanta (3-5-1-1): Consigli; Stendardo, Yepes, Lucchini; Raimondi, Migliaccio, Cigarini, Carmona, Del Grosso; Bonaventura; Denis;

20.45 Torino-Milan
Torino: Ventura getta subito nella mischia il nuovo arrivato Pasquale e arretra Darmian sulla linea dei centrali, preferendolo a Glik.

Milan: Allegri inserisce subito Kaka nel suo 4-3-1-2 e dovrebbe confermare Robinho in coppia con Balotelli. A sinistra spazio ad Emanuelson, a destra gioca Zaccardo.

Torino (3-5-2): Padelli; Darmian, Bovo, Moretti; D’Ambrosio, Brighi, Vives, Farnerud, Pasquale; Cerci, Immobile;
Milan (4-3-1-2): Abbiati; Zaccardo, Mexes, Zapata, Emanuelson; Montolivo, De Jong, Muntari; Kaka; Robinho, Balotelli;

Domenica 12.30 Fiorentina-Cagliari
Fiorentina: Molti dubbi per Montella, Savic quasi sicuramente farà posto a Tomovic, Pizarro ha recuperato e dovrebbe essere della partita, Alonso sostituisce l’infortunato Pasqual sull’out mancino.

Cagliari: Tornano dal 1′ Astori, farà coppia con Rossettini al centro della difesa, e Cossu, che agirà dietro il duo Sau-Pinilla.

Fiorentina (3-5-2): Neto, Tomovic; Rodriguez, Compper; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Alonso; Rossi, Gomez;
Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Dessena, Rossettini, Astori, Murru; Nainggolan, Conti, Ekdal; Cossu; Sau, Pinilla;

ore 15 Lazio-Chievo
Lazio: Petkovic dovrebbe affidare ad Onazi una maglia da titolare, Ederson sostituisce lo squlificato Hernanes e sarà la spalla di Klose. A sinistra agirà Cavanda al posto dell’infortunato Radu.

Chievo: Confermato da Sannino l’undici che ha perso contro il Napoli due settimane fa. 4-4-2 ordinato, con Thereau e Paloschi che dovranno sfruttare eventuali contropiede.

Lazio (4-4-1-1): Marchetti; Konko, Biava, Cana, Cavanda; Candreva, Onazi, Ledesma, Lulic; Ederson; Klose;
Chievo (4-4-2): Puggioni; Sardo, Papp, Cesar, Dramé; Hetemaj, Radovanovic, Rigoni, Sestu; Thereau, Paloschi;

ore 15 Udinese-Bologna
Udinese: In difesa Guidolin recupera Domizzi, a centrocampo spazio a Lazzari che prende il posto di Pinzi. Confermatissimo il duo d’attacco Muriel-Di Natale.

Bologna: Pioli si affida nuovamente alle due punte, dato che la squadra ha mostrato notevoli miglioramenti nel match contro la Sampdoria. Pazienza prende il posto di Khrin davanti alla difesa.

Udinese (3-5-1-1): Kelava; Naldo, Danilo, Domizzi; Basta, Pereyra, Allan, Lazzari, G.Silva; Muriel; Di Natale;
Bologna (4-3-1-2): Curic; Garics, Antonsson, Ntali, Cech, Kone, Pazienza, Della Rocca; Diamanti; Bianchi, Moscardelli;

ore 15 Hellas Verona-Sassuolo
Hellas Verona: Mandorlini deve fare a meno di Toni, Cacia pronto a giocare al centro dell’attacco buteo. Confermati gli altri dieci undicesimi in campo contro la Roma.

Sassuolo: Di Francesco si affida subito a tre nuovi acqusti, vale a dire Pegolo, Schelotto e Floro Flores. Rientra Magnanelli in cabina di regia.

Hellas Verona(4-3-3): Rafael; Romulo, Maietta, Moras, Cacciatore; Jorginho, Donati, Halfredsson; Jankovic, Cacia, Martinho;
Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Gazzola, Terranova, Rossini, Ziegler; Kurtic, Magnanelli, Missiroli; Schelotto, Zaza, Floro Flores;

ore 15 Livorno-Catania
Livorno: Nicola schiera nuovamente il 3-5-2 che ha dato ottime risposte contro il Sassuolo. In difesa possibile esordio di Coda.

Catania: Gli etnei hanno bisogno di punti, e Maran si affida al tridente Leti, Bergessio, barrientos per conquistarli. Esordio per il ceco Plasil.

Livorno (3-5-2): Bardi; Valentini, Emerson, Coda; Schiattarella, Luci, Duncan, Biagianti, Greco; Emeghara, Paulinho;
Catania (4-3-3): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Monzon; Guarente, Tachtsidis, Plasil; Leto, Bergessio, Barrientos;

ore 20.45 Sampdoria-Genoa
Sampdoria: La novità potrebbe essere l’islandese Bjarnason, appena arrivato dal Pescara, per il resto la formazione è quella che ha ben figurato a Bologna. possibile esordio per Petagna a partita in corso.

Genoa: Liverani gioca la scommessa Centurion, vedremo se l’argentino rispetterà le aspettative. Esordio anche per Antonini al posto dell’infortunato Antonelli.

Sampdoria (3-5-2): Da Costa; Gastadello, Palombo, Costa; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Bjarnason, Regini; Eder, Gabbiadini;
Genoa (3-5-1-1): Perin; Gamberini, Portanova, Manfredini; Vrsaliko, Kucka, Lodi, Matuzalem, Antonini; Centurion; Gilardino;

Lunedì ore 20.45 Parma-Roma
Parma: Donadoni potrebbe schierare dall’inizio Gargano, preferendolo a Munari. Cassani agirà nuovamente nel terzetto difensivo insiema a Lucarelli e Felipe.

Roma: Rudi Garcia ha un solo dubbio: Florenzi o Gervinho? Ha tempo fino a lunedì per scioglierlo. Indisponibili il lungodegente Destro e Bradley, rientrato malconcio dopo la convocazione in nazionale.

Parma (3-5-2): Mirante; Cassani, Lucarelli, Felipe; Biabiany, Gargano, Valdes, Parolo, Gobbi; Cassano, Amauri;
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Balzaretti; Pjanic, De Rossi, Strootman; Gervinho, Totti, Ljajic;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *