Jurassic World, i dinosauri tornano al cinema nel 2015

Per alcuni Jurassic World è solo un sequel, per altri è solo l’ennesima vittima della reboot mania scoppiata di recente ad Hollywood. Comunque la mettiamo, la sostanza non cambia: i dinosauri giurassici creati da Steven Spielberg ventanni orsono stanno per tornare al cinema.

Pochi giorni fa la Universal, infatti, ha confermato che il nuovo (quarto) capitolo della saga preistorica, ispirata al romanzo di Michael Crichton (lo stesso che ha ideato il medical drama di successo E.R. – Medici in prima linea), farà la sua comparsa sul grande schermo il 12 giugno 2015. Non più, quindi, nel 2014 come anticipato in precedenza, per dare così modo al regista Colin Trevorrow e allo sceneggiatore Derek Connolly il tempo necessario a sviluppare un progetto che, almeno sulla carta, possa essere all’altezza dei film degli anni ’90 diretti da Spielberg, che qui sarà coinvolto in veste di produttore esecutivo.

Nonostante il massimo riserbo che circonda la trama, dalle prime indiscrezioni raccolte in rete possiamo già anticiparvi la presenza di una nuova specie di dinosauri, cattivissimi mostri acquatici che costituiranno la vera minaccia per il parco a tema giurassico di Isla Nublar. Tutto sarà girato in 3D, per rendere i rettili giganti ancora più terrificanti di quanto non lo fossero a due dimensioni.

Basterà questo per superare a pieni voti la prova confronto? Del resto misurarsi con un colosso del genere fantascientifico come Jurassic Park non sarà una sfida semplice.

Nell’era “zero” degli effetti speciali ultramoderni, il primo episodio della saga, nel 1993, fu una pietra miliare nell’applicazione della tecnica CGI. Il realismo e la perfezione dei giganti preistorici (nonostante il loro aspetto, oggi, possa risultare falsato dalle nuove teorie evolutive) era tale che il film si rivelò un grande successo di pubblico e di critica. Lo dimostrano i tre Oscar vinti nel 1994 (sonoro, montaggio sonoro, effetti speciali) e l’incasso che, ad oggi, con l’uscita in sala della versione rieditata in 3D ha raggiunto quota un miliardo di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *