Un magnate russo finanzierà il restauro della Chiesa Nuova di Assisi

La Chiesa Nuova di Assisi, fondata sulla casa paterna di San Francesco, sarà restaurata. Ad annunciare l’attesissima notizia è stato l’ordine dei Frati minori con una nota. A finanziare l’intera opera del restauro sarà il magnate russo Sergey Matvienko, di San Pietroburgo, figlio della presidente del Senato russo e amico personale dello storico dell’arte e Console Onorario della Federazione Russa di Ancona, Armando Ginesi. Un milione di euro la cifra messa a disposizione.

Grazie a questo importante restauro finalmente rivedranno la luce alcuni affreschi posti all’interno della chiesa raffiguranti la vita di San Francesco, in particolare i ritratti di alcuni suoi “compagni di viaggio” i quali seguirono il Santo nella vita alla Penitenza intrapresa alla Porziuncola, attribuiti a diversi artisti minori, Vincenzo e Giacomo Giorgetti, Giovanni Battista Conti e Cesare Sermei. Pezzi di storia e di arte che, purtroppo, vennero coperti nel 1925, gettando un’ombra su questo tesoro artistico.

Il contratto di collaborazione è stato ufficialmente firmato lo scorso mercoledì 18 settembre a Roma, all’interno dell’Ordine dei Frati Minori, che sancisce il restauro pittorico e architettonico della Chiesa Nuova. Alla firme dell’accordo erano presenti il Sindaco di Assisi, Claudio Ricci, l’Ambasciatore russo in Italia, Sergey Razov, il Ministro Generale dei frati minori, Padre Michael Anthony Perry, il Ministro Provinciale, Padre Bruno Ottavi, e il guardiano del convento, Padre De Lazzari, promotore dell’iniziativa di restauro.

Secondo la tradizione, dove oggi si trova l’altare una volta era situata la camera da letto del giovane San Francesco, luogo in cui il Santo iniziò a maturare la sua vocazione. Inoltre, attraverso una porta ricavata da un pilastro nel presbiterio si giunge in un piccolo cortile sul quale si aprono le porte della casa paterna del Santo di Assisi.

I lavori dovrebbero iniziare entro pochi mesi e concludersi nel giro di anno, dopodiché tutti potranno finalmente ammirare la Chiesa Nuova in quello che era il suo antico splendore.

Molto soddisfatto è il primo cittadino di Assisi, il quale afferma che l’Ambasciatore russo è “particolarmente attento allo sviluppo delle correlazioni culturali e turistiche fra Russia, Italia e Assisi (incluse in alcune iniziative già in programma, per il 2014, fra Russia e Italia). La Federazione Russa, sul piano culturale e turistico rappresenta un riferimento importante correlato ad un prodotto turistico di qualità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *