Sesta giornata Premier league 2013: sfida Mou-Vilas Boas

La sesta giornata della Barclays Premier League riserva il piatto migliore all’inizio: alle 13 e 45 di sabato 28 settembre si affronteranno due delle pretendenti al titolo, Chelsea e Tottenham, reduci da periodi alquanto diversi. Gli uomini di Josè Mourinho hanno ripreso a marciare dopo le pesanti sconfitte con Basilea ed Everton, ed ora sono desiderosi di continuare il cammino verso la vetta. D’altro canto gli Spurs, primi a pari punti con i rivali cittadini dell’Arsenal, non intendono regalare nulla agli avversari. Nel Chelsea il brasiliano Ramires dovrebbe tornare a disposizione.

Il prepartita è stato animato dal batti e ribatti tra i due tecnici, alimentato dalle dichiarazioni di Vilas Boas che ha affermato di non avere più rapporti con il suo ex allenatore capo dal 2009, anno in cui decise di abbandonarlo per iniziare la carriera da primo allenatore in Portogallo. Mou non ha mai digerito la decisione del suo delfino, e da allora è sempre stato vago nelle dichiarazioni che lo riguardavano. Stavolta però non ha potuto esimersi dal commentare: “Non ho perso il sonno perché con lui ora i rapporti non sono più buoni”, ha dichiarato l’uomo di Setubal, che nonostante il disinteresse di facciata non ha dimenticato il voltafaccia del suo vecchio allenatore in seconda.

L’altra capolista Arsenal è pronta ad approfittare della situazione per portarsi in testa da sola. Wenger si affida alle sicurezze Giroud (leader nella classifica cannonieri) e Ramsey (sette goal in quest’inizio stagione), con Cazorla più verosimilmente pronto per la gara di Champions contro il Napoli.

Il Manchester United aspetta in casa propria il West Bromwich e Moyes dovrebbe avere di nuovo a disposizione Robin Van Persie, assente nelle ultime due partite. Dopo la batosta rimediata con i rivali cittadini del City i red devils hanno bisogno assoluto dei tre punti, e il WBA sembra essere la vittima sacrificale di turno viste le grosse difficoltà in attacco, dovute alla partenza del bomber Lukaku.

Il City è di scena al Villa Park, dove un Aston Villa priva del bomber Benteke (ma con i recuperati Gabriel Agbonlahor, Fabian Delph, Andreas Weimann, Ciaran Clark e Antonio Luna, tutti alle prese con problemi vari nelle ultime settimane) proverà a mettere in difficoltà gli uomini di Pellegrini, che deve fare a meno del “Kun” Aguero. Il talento argentino, uscito malconcio dal derby della scorsa settimana, dovrebbe essere sostituito da Jovetic, al cui fianco ci saranno Nasri, Jesus Navas e Negredo.

Le altre partite di domani sono Fuhlam-Cardiff, Hull-West Ham e Southampton-Crystal Palace. Domenica il Liverpool di Brendan Rogers ha il compito di ritornare sui binari giusti dopo i passi falsi con Swansea e Southampton, mentre nel monday night l’altra squadra della città dei Beatles, l’Everton, proverà a tenere il passo delle prime contro il Newcastle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *