Wrecking Ball: la ricetta di Miley Cyrus per alzare le sue quotazioni da showgirl

Non si può dire che la carriera di Miley Cyrus in questo momento sia propriamente in ascesa perché i motivi che la rendono popolare non attengono alla sua sfera artistica. Non è stata frenata dallo scandalo droga, né dalle scelte di stile che le hanno addirittura fatto perdere copertine su riviste internazionali: secondo i professionisti del settore a Hollywood le quotazioni della teen star sarebbero invece in salita.
Miley Cyrus si occupa di girare video sexy, fare effusioni esplicite in pubblico e vestirsi, anzi, svestirsi in maniera non si sa quanto sagace. Quel che è certo è, che, con queste scelte, si è allontanata molto dall’immagine di innocente protagonista della Disney.

Così accade con il nuovo video di “Wrecking Ball”, il secondo singolo presente nell’album “Bangerz”, album in uscita tra pochi giorni, anticipato strategicamente dalla performance scandalo agli Mtv Video Music Awards 2013.
Insomma, la sintesi della storia è che la ragazza sembra voler trasformare in “fatti” le promesse a cui aveva accennato, riferendo che “solo gli audaci fanno la storia”. Lei ci crede così tanto e allora piange, si spoglia, lecca un martello e si cala nuda su una gigante palla, schiaffeggia nane ballerine e gioca con le scimmiette, con il deliberato obiettivo di scandalizzarci. Eh si… ci aveva provato anche Lady Gaga, altra gentildonna di buon gusto, a paragonarsi ad artisti come Madonna, beccandosi poi una risposta come “Ma quale mia erede? Lei non è me!”, con tanto di pubblico sfottò durante uno spettacolo.

Ma sulle pagine della rivista HollywoodLife si legge che “l’episodio del “Mondo di Miley” non fermerà qualche regista dal volerla in un suo film. Miley continua ad avere un comportamento da ribelle ma continua ad essere presa dal lavoro e riempie le sale cinematografiche. Dopotutto, se lavora bene sul set agli Studios non interessa ciò che fa nel tempo libero”.

Sembra che la ricetta per ottenere il successo proposta da Miley sia in comune con quella di Lindsay Lohan, per dirne una. Oppure ci ricorda Britney “la verginella d’America” che, un giorno, pure decise di ribellarsi a colpi di scandali. Ma gli occhi azzurri della dolce neocattiva Miley, così come le sue frequentazioni e i suoi flirt, lasciano il dubbio che, in fondo, la sua sia solo una parte mal recitata. Resta da capire se sia una differenza sostanziale dalle maestre che l’hanno preceduta o, semplicemente, la rappresentanza di una nuova generazione di “cattive ragazze”. Speriamo che non cada nella stessa trappola di Lady Gaga, che almeno ha dato prova di saper usare la sua voce.