Allegoria della vittoria grazie al nuovo uomo invincibile

Monopolizza l’attenzione, traspone in uno spazio temporale etereo, totalmente differente dal nostro e vieta categoricamente di compiere il canonico zapping televisivo da incipit pubblicitario. Lui è etereo e divino, sensuale e virile: lui è l’uomo Invictus.

La mitologia greco romana ha avuto una grandissima influenza sulla cultura, le arti e la produzione letteraria della civiltà occidentale e la sua eredità resta tuttora ben viva nei linguaggi e nelle formazioni intellettuali, basti pensare come anche nella Moda, oggi, sia autorevole fonte “d’ispirazione”.

L’anno scorso Versace per la collezione s/s vestiva una scultorea ed epica Kate Moss con sandali altissimi e ne sottolineava la linea puissant. Oggi Paco Rabanne propone la sua nuova fragranza maschile Invictus, richiamando alla memoria i canti lirici delle Muse.

Nick Youngquest, rugbista australiano, è il nuovo e vittorioso Hercules.

L’ intermezzo pubblicitario, affascinando gli spettatori, canta le gesta vittoriose del prototipo del nuovo eroe: lo sportivo.
Gli alti valori etici dell’antica concezione sportiva riecheggiano nello “spirito agonale” del partecipare e del voler lealmente vincere secondo le minuziose regole del gioco presentate anche sul piccolo schermo. Oggi come ieri vogliamo essere degli eroi omerici pronti a sacrificare in battaglia se stessi e offrire il massimo delle proprie prestazioni nelle competizioni sportive per “essere sempre primi”: vincere una gara comportava onore, fama e prestigio ed è tutto ciò a cui oggi metaforicamente ambiamo.

«Quando si vince – racconta Nick Youngquest ricordando le sue vittorie a Vanity Fair – ci si sente veramente euforici. Ma la vittoria porta anche responsabilità, perché si capisce che i più piccoli, ma anche tutti gli altri, osservano le nostre azioni. Si deve avere un ruolo di modello».

Youngquest rappresenta i valori dell’atletica e dello sport raccontati da questo profumo “epico” che già dal suo packaging lancia in maniera diretta il suo messaggio: il flacone è una coppa, disegnata dal designer Cédric Ragot, che vuole essere anche un oggetto da collezione, un simbolo di ambizione intriso di onestà.

Respirare il profumo della vittoria grazie a questo effluvio sensuale di patchouli in accordo con ambra grigia e legno di Gaïac (Bulnesia Sarmienti) che si intreccia con la freschezza del pompelmo e l’aroma “glorioso” dell’alloro, rappresenta lo scontro inatteso di forze, valori e sensazioni contrastanti, dove il puro brivido di freschezza odierna si contrappone alla legnosità delle note di fondo del magnifico classico passato.

Inoltre, alla fragranza è legata l’iniziativa Invictus Award: una competizione on-line a cui partecipare direttamente dal sito ufficiale pacorabanne.com/invictus o dalla Official Page on Facebook votando, da metà agosto sino a metà ottobre, il proprio atleta preferito tra sette candidati (già precedentemente scelti da una giuria di esperti). Ogni settimana infatti saranno pubblicate foto e video degli sportivi in azione e al vincitore del contest andrà una donazione di 50mila euro. Il “nuovo uomo invincibile” sarà l’eroe del «calendario Invictus 2015», la cui prima edizione sarà realizzata nel 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *