Franco Battiato, regista di un documentario nella sua Sicilia

Il cantautore siciliano Franco Battiato, lo stesso che ha fatto innamorare milioni di coppie con la sua canzone “La Cura”, si cimenta adesso nella realizzazione di un documentario che riflette il tema della morte nelle diverse tradizioni spirituali dell’Oriente e dell’Occidente. “Attraversando il bardo”, sarà questo il titolo del suo lavoro, rifacendosi ad un’opera importante della letteratura tibetana, “Bard Todol”, noto come il Libro tibetano dei morti , testo classico per eccellenza del Buddhismo tibetano. Il “bardo” sarebbe l’intervallo tra la morte e la rinascita, e viene descritto dunque nel testo tutto ciò che accade all’anima subito dopo la morte. Le riprese sono iniziate a Giugno e proseguiranno nelle prossime settimane.

Battiato stesso ha affermato: “La morte è una cosa seria.Io sono dedito alla meditazione tibetana”. Il cantautore crede quindi che attraverso la meditazione si possa giungere al senso profondo dell’esistenza. Egli ha anche scritto una canzone nel 1991, ispirandosi al Libro tibetano dei morti, intitolata “L’ombra della luce”, una vera e propria riflessione religiosa e spirituale, che secondo Battiato avviene in maniera individuale e intima.

L’attraversamento avviene tra il sito archeologico siciliano, le Cave di Cusa, in provincia di Trapani, e i paesaggi dell’altopiano dell’Argimusco, al nord dell’Etna e al confine tra i monti Nebrodi e i Peloritani. Non è un caso che Battiato scelga proprio la sua terra come fonte di ispirazione: per lui infatti non c’è luogo migliore in cui possa avvenire la riflessione e la meditazione, atti, secondo lui troppo intimi e profondi.

Questo progetto dimostra al massimo il talento del cantautore, che non si limita semplicemente alla musica, anzi proprio la musica è un mezzo per arrivare a qualcos’altro, per iniziare un’esplorazione nell’interiorità umana. Il “bardo”, rappresenta per lui lo strumento perfetto per la conoscenza di se stesso, perchè un uomo prima di essere uomo deve sapere cosa ha dentro e cercare di cogliere la sua essenza vera e propria. Hanno collaborato al documentario Manlio Sgalambro, Stanislav Grof, Geshe Gelek, Lama Monlam e Cristina Coltelli.

Nel frattempo Franco Battiato, è in tour tra Canada e Nord America, e si esibirà il 9 Ottobre a New York e il 10 a Toronto. Sta anche pubblicizzando l’uscita di “Open Sesame”, programmata per martedì 8 Ottobre, una versione del suo ultimo album, “Apriti Sesamo”, per Canada, America e Regno Unito.

Uomo di grande carisma, Battiato da sempre ha reso note le sue doti musicali e poetiche. Oggi è considerato uno dei più grandi cantautori italiani e internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *