Ciclismo: Mauro Santambrogio pensa al suicidio, poi cambia idea

Dramma sfiorato nel mondo del ciclismo italiano. Il ventottenne Mauro Santambrogio, ciclista della Vini Fantini, ieri sera ha twittato (dopo più di quattro mesi dall’ultima volta) un messaggio tanto secco quanto inquietante: “Addio mondo”. Già dopo pochi minuti molti dei suoi 6300 follower hanno chiesto chiarimenti al lombardo, che ha risposto di non farcela più ad andare avanti.

Il motivo del suo sconforto risale all’ultimo Giro d’Italia, in cui Santambrogio è stato tra i principali protagonisti, riuscendo anche a sopravanzare Vincenzo Nibali nell’arrivo in salita di Bardonecchia dopo una fuga a due. Quella vittoria sembrava l’evento che cambia una carriera, portandola un gradino più in alto. Invece il 3 Giugno arriva la doccia fredda: dopo la positività del suo compagno di squadra Danilo Di Luca, anche nelle controanalisi sui campioni di urina del ciclista lombardo vengono trovate tracce di Epo. Subito dopo aver appreso la notizia l’organizzazione del giro lo squalifica e la Vini Fantini lo licenzia (dopo le durissime dichiarazioni del team manager Luca Scinto). Intorno al ragazzo si scatenano reazioni e commenti negativi da parte degli altri corridori, che si sentono presi in giro da lui.

L’evento segna l’inizio di un periodo negativo, il cui apice è stato raggiunto proprio nella serata di ieri.

Nelle tre ore successive al Tweet si è temuto il peggio, poi fortunatamente i messaggi di sostegno ricevuti hanno fatto tornare sui suoi passi il corridore. Il tweet successivo infatti è tranquillizzante, e mette fine alle voci negative. I social media, spesso bistrattati, stavolta sono stati di fondamentale aiuto per salvare la vita di un ragazzo.

In una dichiarazione alla Gazzetta delle Sport Santambrogio ammette: “Ho passato un momento davvero bruttissimo, la rete mi è stata utile, i messaggi che ho ricevuto mi hanno fatto capire che non sono solo. Da solo forse non posso farcela a uscire da questo tunnel, ma con l’aiuto di chi mi vuole bene sì. Grazie ancora per avermelo fatto capire”.

foto: sport.sky.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *