Trintignant lascia il teatro e recita nel nuovo film di Le Guay

Dopo una carriera lunga e intensa, Jean-Louis Trintignant ha deciso di lasciare il teatro. La notizia giunge dal set di Le Père di “E Dio Creò la Donna” di Roger Vadim con Brigitte Bardot. La pellicola di Vadim non ebbe molto successo, ma fece conoscere Brigitte Bardot e Jean-Louis Trintignant a livello internazionale. Fu quello il primo di oltre 130 film che vedono Trintignant attore.

Sposatosi con la regista e sceneggiatrice Nadine Marquand ebbe tre figli: Pauline (morta dopo pochi mesi dalla nascita nel 1969), Vincent (ora è un attore) e la primogenita Marie, uccisa brutalmente durante un violento litigio con il compagno Bertrand Cantat nel 2003.

Tra le pellicole più famose in cui ha recitato troviamo “Un uomo una donna” (1966) di Claude Lelouch che lo consacrò come star internazionale e “Z”, film del 1969 con il quale vinse la Palma d’oro a Cannes come miglior attore protagonista. Trintignant ha anche recitato in grandi film della scena italiana come “Il Sorpasso” di Dino Risi (accanto a Vittorio Gassmann), “Il deserto dei Tartari” di Valerio Zurlini accanto a Giuliano Gemma, recentemente scomparso, o “La Terrazza” di Ettore Scola.

Tra i grandi registi italiani con cui Trintignant ha lavorato troviamo anche Bernardo Bertolucci, Luigi Comencini, Gianni Amelio e Gianni Puccini. C’è anche Tinto Brass nella lunga lista, infatti, Trintignant è stato il protagonista del suo “Col Cuore in Gola”, film drammatico del 1966 girato nella città di Londra.

Ma Jean-Louis è stato anche regista per tre volte: in “Una giornata Spesa Bene” del 1973, “Le Maître-nageur” del 1979 e “L’estate Prossima” (L’été Prochain) del 1985, con Philippe Noirette, Claudia Cardinale e Fanny Ardant.

Esclusa la parentesi di “Amour”, film di Michael Haneke Palma d’oro a Cannes 2012 e vincitore dell’Oscar come miglior film straniero nel 2013, negli ultimi tempi Trintignant si è dedicato molto al teatro, infatti, è terminata da appena quattro giorni al Teatro Anne de Bretagne di Vannes la tournee del suo recital “Trois Poetes Libertaires du XXe Siecle”. Con l’abbassarsi dell’ultimo sipario è terminata anche la carriera teatrale di un grande attore che da sempre ha affascinato gli spettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *