I Modà ad Acireale: ‘E’ sempre bello fare l’amore con voi’

Il Gioia tour 2013 ha fatto scalo in Sicilia, precisamente ad Acireale (CT), tappa ormai fissa per i Modà che tornano spesso per suonare al Palatupparello. Un tour dei record, con ogni data fatta (repliche comprese), sold out.

Il gruppo è giunto in città il venerdì pomeriggio, dopo un lungo tragitto in macchina da Eboli: ha soggiornato in un noto hotel del centro storico di Catania e si è concesso qualche ora di shopping lungo le vie della centralissima via Etnea.

Ad Acireale si sono riscontrate file per l’accesso sin dalle prime ore del mattino, sia di fronte all’ingresso per il fanclub ufficiale, sia all’ingresso dei partecipanti non tesserati.
Prima di entrare, numerosi sono stati i disagi dovuti alla pessima organizzazione degli addetti alla sicurezza, infatti più e più volte è stato sollecitato l’intervento dei medici del soccorso sanitario per aiutare chi, a causa della forte calca, si è sentito mancare. A peggiorare la situazione critica, anche il caldo asfissiante.
I cancelli si sono aperti intorno alle 19.20, seguiti dalla celebre corsa per la prima fila tipica di ogni concerto: il palco è molto semplice, con un ampio maxischermo alle spalle degli artisti, due ampie serie di casse per un’ottima amplificazione e tre passerelle, di cui la centrale più lunga, che abbracciano il parterre che i fans accingono a riempire.

Alle 20.15 si è avuta l’esibizione di Bianca Atzei, pupilla di Francesco Kekko Silvestre leader dei Modà, che ha portato sul palco i maggiori successi, tra tutti La Gelosia, brano che nella versione studio può contare del duetto proprio con il cantante della band. Al termine dell’esibizione, si è mostrato un nuovo video girato prima dell’ingresso fans, dove i Modà rispondono alle domande e mostrano i regali che hanno ricevuto grazie alla mediazione di uno dei grandi sponsor dell’evento.

Il concerto inizia puntuale alle 21: sul maxischermo viene proiettato un video dove si racconta il parto di una bambina, i cui attori sono proprio i componenti dei Modà: Kekko, Stefano Forcella, Claudio Dirani, Diego Arrigoni ed Enrico Zapparoli, insieme a Paolo Bovio – definito il sesto Modà. La storia raccontata non è altro che la nascita di Gioia, nata pochi mesi prima in casa Silvestre e che ha dato il nome sia all’ultimo album della band italiana e sia al tour nazionale. Al termine del video, compaiono ad uno ad uno i membri della band e iniziano le note proprio di Gioia, scatenando un pubblico già in delirio.
Ciò che si può notare durante un loro concerto è il ruolo fondamentale che viene dato al pubblico: è da sottolineare come l’amore dei Modà sia rivolto ai bambini, infatti sia in Come l’acqua dentro il mare, brano dedicato alla figlia Gioia e scartato nella fase iniziale del festival di SanRemo, sia in Come un pittore, due bambine hanno avuto l’emozione di salire sul palco e cantare con i loro beniamini.
Lungo le passerelle si sono avvicendati sia il cantante della band, sia gli altri musicisti, da sempre considerati come parte integrante e mai di nicchia rispetto al leader; anche loro hanno, infatti, un fanclub personale non trascurabile e sparso in tutta Italia.

Non si sono notati effetti speciali, il concerto è stato l’apoteosi della semplicità: dietro le spalle del gruppo si sono potuti vedere numerosi video inediti compiuti da attori che sottolineavano i significati di ciascun brano musicato.
Quasi al termine del concerto, subito dopo la presentazione della band, il cantante dei Modà ha detto ‘Acireale, è sempre bello fare l’amore con voi’, segno del profondo legame che ha il frontman e l’intero gruppo con la Sicilia e con i siciliani, da sempre ritenuti base di lancio per le prime fasi della loro carriera.

Il bis ha avuto modo di far scoppiare il Palatupparello: La Notte è stata vissuta con un’intensità straordinaria, facendo saltare le oltre quindicimila persone provenienti non soltanto dalla regione stessa ma anche e soprattutto dal resto d’Italia. L’ultima canzone è un inno a non abbandonare i propri sogni, così come hanno fatto loro: Viva I Romantici, oltre ad essere il titolo dell’album precedente, è il loro stendardo da sempre ed è stato l’ultimo di una serie di messaggi che i Modà hanno voluto dare ai fans presenti.

Il concerto si è protratto fino alle 23.00, lasciando un vuoto ai fans siciliani che con tanta attesa hanno aspettato i loro beniamini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *