I trenta libri da leggere prima dei trent’anni

Durante l’adolescenza, quando a scuola i professori di lettere ci imponevano di leggere i classici, ci sembrava di dover scalare delle montagne tanto era pesante e noiosa quella letteratura. Ma con qualche anno in più, senza l’imposizione che presuppone sempre dei doveri, con la consapevolezza che ci viene da una maggiore maturità, riscopriamo quegli stessi testi e ci sembrano effettivamente diversi e molto più interessanti.

In un recente articolo l’Huffington Post ha stilato l’elenco dei trenta libri che bisognerebbe leggere prima di entrare nell’età matura: alcuni perché parlano di storie di giovani protagonisti, altri perché si rivolgono ad un pubblico giovane, altri perché sono i classici che non devono mancare nella formazione culturale della persona.

I libri non sono oggetti inanimati, ma si trasformano e prendono significati diversi a seconda di chi li legge e li interpreta, per cui, anche se fra questi trenta titoli ce n’e’ qualcuno che non piace, si puo’ sempre sostituire con altri più interessanti e più vicino ai propri interessi ed inclinazioni.

Si inizia da Hernest Heminguay con Fiesta, storia che si svolge fra Parigi e Pamplona legata ad eccessi e all’alcool e che attira il pubblico giovane. Lev Tolstoj con Anna Karenina, un classico nel quale si può imparare dagli errori di Anna e dai successi dei coetanei.
Di William Shakespeare si dovrebbe leggere almeno una tragedia come Amleto, utile per far superare l’indecisione dei post-adolescenti. C’é poi Herman Hesse con Siddharta che significa “Colui che ha scoperto il significato dell’esistenza” e L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera, dove il flusso di coscienza del protagonista fa trattare all’autore temi filosofici.

Altro libro é Ritratto di signora di Henry James che narra di Isabel Arche la quale da donna libera si trasforma in donna prigioniera di un matrimonio disastroso. Altro libro e’ Il taccuino d’oro di Doris Lessing che raccoglie in unico romanzo i quattro diari della scrittrice, cercando di mettere ordine come accade a chi si appresta alla maturità.
Si prosegue ancora con Una stanza tutta per se’ di Virginia Wolf nel quale si riflette sull’avere un posto tutto per se’ dove svolgere la propria attività creativa e sull’avere la dipendenza economica per le donne specvie in un epoca in cui era molto difficile ottenerla.
Segue La fattoria degli animali di George Orwell, ma anche altri testi dell’autore come E tali, tali erano le gioie in cui si parla di preparazione per andare al college.
Altro testo e’ La critica della ragion pura di Emanuel Kant nel quale l’autore spiega come non esiste solo il ragionamento analitico ma anche sensazioni ed intuizioni, che sono doti spiccate in questa età.
Per quanto riguarda la poesia c’è il libro di Walt Whitman Foglie d’erba, che contiene versi considerati ” la Bibbia democratica americana”.

The dream of common language e’ un testo che non ha la traduzione italiana ma per chi conosce un po’ di inglese puo’ significare il libro delle grandi imprese, visto che tratta del movimento femminista.
Per chi ha piu’ di 20 anni c’e’ il libro di Tom Robbins Il nuovo sesso: cowgirl con coraggiosi consigli di vita ad effetto; poi c’e’ Dio di illusioni di Donna Tartt che narra, in una sorta di new tragedia greca, le vicende di un college adatto a chi ha da poco lasciato l’università. Ancora Paura di Richard Wright e Canto di Solomone di Tini Morrison che narrano di un ragazzo afroamericano.

E’ la volta di Le fantastiche avventure di Kavalier & Clay di Michael Chabon, Infinite Jet di David Foter Wallace, La breve favolosa vita di Oscar Waodi Junot Diaz, Conoscete la nostra velocita’ di Dave Eggers, La persona ideale, come dovrebbe essere? di Sheila Heti e La camera di Giovanni di James Baldwin nel quale si parla dell’omosessualita’.

Ci sono poi tre raccolte di racconti: Nemico, amico, amante… di Alice Munro, Piccoli contrattempi da vivere di Grace Paley e Ballando in America di Lorrie Moore in classifica nei best seller del New York Times.

Per la saggistica troviamo Autobiografia di Malcolm X, scritta dal medesimo per la sua battaglia a favore dei diritti degli afroamericani. Troviamo anche Storia del popolo americano dal 1492 ad oggi di Howard Zinn, Verso Betlemme: scritti 1961-1968 di Joan Didion, che tratta il tema dei figli dei fiori in California, Consigli ad un giovane ribelle di Christofer Hithens e il saggio Il mondo infestato dai demoni di Carl Sagan, in difesa del mondo scientifico e dello scetticismo adatto per contrastare l’impressionabilita’ psicologica dell’adolescenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *