Mastrantonio e gli intellettuali del piffero

Si chiama Intellettuali del piffero-Come rompere l’incantesimo dei professionisti dell’impegno il nuovo saggio di Luca Mastrantonio, giornalista e scrittore ora caposervizio del Corriere della Sera all’inserto La Lettura. Il saggio edito da Marsilio Editori è una stridente rassegna di tutti gli intellettuali “del piffero” che secondo Mastrantonio sono coloro che, non avendo più ingaggi da parte di partiti o singoli politici, si sono dati ai talk show. L’ironia di Mastrantonio è tagliente e non risparmia nessuno. Si passa da Roberto Saviano, definito come “l’intellettuale togato” a Lidia Ravera “la maga di Stromboli”.

Non viene risparmiato nemmeno Umberto Eco segnato con l’appellativo di “battutista illuminato”. Nell’ironia di Mastrantonio ci sono le parole, ma ci sono anche i volti. Esiste, infatti, un trailer del libro su Youtube lungo poco più di cinque minuti dove si possono ascoltare direttamente le frasi “incriminate”. Nel “blob delle pifferate di alcuni intellettuali italiani” si può ascoltare anche Vittorio Sgarbi, “il Cinepanettonologo” che critica Sandro Bondi, Erri De Luca “il Gastro Resistente” che parla dei problemi che si stanno avendo in Val di Susa o Mario Capanna “il Pescatore di Fragole” intento a discutere del sapore non naturale della frutta geneticamente modicata.

Intellettuali del piffero si scaglia insomma contro quei pensatori italiani che da un po’ di tempo più che essere preoccupati delle problematiche o delle ideologie di cui si proclamano sostenitori, pensano a coltivare il proprio ego, la propria immagine di sé, scendendo ad ogni tipo di compromesso. Ma qual è dunque la soluzione scelta da Mastrantonio per combattere questo fenomeno? Nessun tipo di violenza, ovviamente, soltanto sarebbe opportuno che i giovani intellettuali smettessero di «farsi la guerra tra di loro, per scendere dalle giostre ideologiche di questo ventennio». Essi dovrebbero dedicarsi alla sobrietà della scrittura e a un tipo di giornalismo dove scompaia il sé e compaiano le famose 5W inglesi: Chi? Cosa? Dove? Quando? Perché?

Con Intellettuali del piffero Mastrantonio si è guadagnato sia sostenitori che oppositori. Amare sono state le parole di Elisabetta Ambrosi de Il Fatto Quotidiano che ha criticato un articolo pubblicato alcuni giorni fa da Mastrantonio stesso « in cui non solo racconta il proprio libro ma cita all’interno persino una recensione a sé favorevole». Positiva, invece, l’opinione di Pierluigi Battisti (Corriere della Sera) «Mastrantonio merita la lode per essersi immerso in ogni rigagnolo di baruffe destinato a confluire nel grande fiume limaccioso dell’interminabile e malmostosa polemica culturale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *