Macbeth: dal National Theatre di Londra ai cinema italiani

Intenso. Furioso. Inarrestabile”. Questa la descrizione asciutta, essenziale ed efficace che il New York Times ha fatto del Macbeth, diretto da Rob Ashford e Kenneth Branagh. Ora tutta l’inarrestabile intensità contenuta nella tragedia shakespeariana sarà nei cinema italiani solamente per un giorno: martedì 19 novembre. Una data da non perdere per tutti gli amanti del teatro che non hanno avuto la possibilità di assistere dal vivo alla rappresentazione sul celebre palco nel National Theatre di Londra o per i cinefili curiosi di sperimentare l’esperienza nuova di assistere a uno spettacolo teatrale proiettato sul grande schermo.

Il pathos e il coinvolgimento emotivo che provocano le performance teatrali dal vivo saranno difficilmente paragonabili a quelle cinematografiche, ma forse la ricerca di un paragone non è necessaria. Nemmeno quando si assiste ai film-concerto di artisti come i Doors, i Queen, i Muse e Marco Mengoni a cui il cinema ci sta abituando, dimostrandosi sempre più diretto verso la fusione con altre discipline artistiche per rendere lo spettacolo teatrale e musicale almeno più facilmente fruibile.

L’iniziativa di Nexo Digital in collaborazione con MYmovies.it e Dalani fa parte del progetto National Theatre Live, che porta al cinema dal prestigioso palcoscenico inglese alcuni dei più importanti successi teatrali, e si inserisce in un già ricco panorama di riprese e adattamenti scenici più o meno fedeli dell’opera seicentesca durante i secoli. Ultimo in ordine di tempo quello del maestro dell’horror Dario Argento che aveva già tratto ispirazione dal dramma shakespeariano per il film Opera del 1987.

Da molti definita, con un pizzico di superstizione, “maledetta”, tanto che molti attori non vogliono pronunciarne ad alta voce il titolo, riferendosi a esso come “Il dramma scozzese”, la tragedia, inoltre, è stata più volte scelta dai registi per essere adattata e rappresentata sul grande schermo: Orson Welles nel 1948 e qualche anno più tardi, nel 1957, il giapponese Akira Kurosawa con il titolo “Il trono di sangue”, ambientato nel Giappone medioevale del XVI secolo. Sino alle trasposizioni più recenti di Roman Polansky nel 1971, Bryan Enk nel 2003, Geoffrey Wright nel 2006, ambientata sullo sfondo di una violenta guerra tra bande nell’Australia del Sud.

Dal palcoscenico londinese un superbo Kenneth Branagh nei panni del re di Scozia ed un’eccezionale Alex Kingston in quelli di Lady Macbeth daranno vita a uno dei più cruenti drammi nella storia del teatro. Un’oscura vicenda dai risvolti ancora più torbidi e drammatici ruota intorno alla avidità di potere a alle sue atroci insidie che offuscano con visioni e incubi la mente di Macbeth e della sua sposa, se possibile ancora più ambigua e spietata nel persuadere il marito a macchiarsi le mani di sangue senza l’ombra del pentimento.

Gli attori interpretano i loro personaggi con una naturale crepitante intensità” è il commento entusiasta del Sunday Express a una produzione contemporanea emozionante che potrà essere scoperta in lingua originale e sottotitolata in italiano in quasi un centinaio di sale, il cui elenco completo è consultabile sul sito internet ufficiale www.nexodigital.it.

Nexo Digital ha già portato sul grande schermo il 29 ottobre la pièce teatrale The Audience, con protagonista il Premio Oscar Helen Mirren nei panni della regina Elisabetta, diretta dal candidato all’Oscar Stephen Daldry e ripresa dal Gielgud Theatre di Londra, ottenendo un grande successo di critica e di pubblico. Il calendario si arricchisce di altri prestigiosi titoli che sbarcheranno dal National Theatre alle nostre sale prossimamente. La ricorrenza dei 450 anni dalla nascita di William Shakespeare che cadrà nel 2014 sarà festeggiata anche con Hamlet, un altro capolavoro del drammaturgo inglese, proiettato il 28 gennaio prossimo. Il 10 dicembre arriverà Frankenstein, nella versione inedita di Danny Boyle, interpretata dall’attore Benedict Cumberbatch nei panni del dottor Frankenstein. Occasioni uniche che promettono emozioni forti oltre lo schermo.

[youtube width=”638″ height=”425″]http://www.youtube.com/watch?v=DGxPkkZwJWs[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *