Inter-Livorno 2-0: disastro Bardi, Mazzarri gongola

A San Siro va in scena il secondo anticipo dalla 12.a giornata di Serie A e a contendersi la posta in palio sono Inter e Livorno. Differenti sono gli obiettivi per le due compagini: i padroni di casa vogliono continuare a rincorrere l’Europa e confermare il meraviglioso momento di forma; gli ospiti, invece, mirano a fare punti importanti in ottica salvezza, per raggiungere il fatidico traguardo dei 40 punti e consolidarsi un altro anno nella massima divisione.

Mazzarri non effettua particolari stravolgimenti sul piano tattico, che vede Guarin alle spalle del sempre più inamovibile Palacio. Alvarez, Cambiasso e Taider nella mediana a smistare i palloni e fare da diga davanti davanti alla difesa, mentre Nagatomo e Jonathan macinano chilometri sulle corsie. Dietro Ranocchia, Rolando e il ritrovato Samuel

Nicola gioca le sue carte schierando un 3-4-1-2 solido e che tende a creare più di qualche insidia agli uomini di Mazzarri. Mbaye, Emerson, Gemiti, Luci & co. gestiscono diligentemente le manovre labroniche, rivelandosi ostici e zittendo tutti coloro che ritenevano che questo match sarebbe stato a senso unico.

Durante il primo tempo la presenza dell’Inter spicca senza ombra di dubbio, ma a parità di occasioni si può considerare una frazione giocata sotto un certo equilibrio. Non è una gara “come da copione” e il Livorno lo dimostra, cercando il gol in più occasioni e gestendo bene la palla con giocate sullo stretto e azioni personali. L’Inter, tuttavia, qualitativamente ha un paio di marce in più e, assistita anche da un po’ di fortuna, sfrutta un’ingenuità di Bardi per portarsi in vantaggio.

Durante la seconda frazione i padroni di casa concentrano le energie per mantenere il risultato, senza scoprirsi eccessivamente ma attaccando con le giuste dosi. Ma il gioco ne risente, e pure lo spettacolo. A venti minuti dal termine il momento più emozionante dell’intero match: San Siro si alza in piedi per il rientro del suo eterno Zanetti. Al 90′ l’Inter raddoppia: Nagatomo sigla il 2-0 e regala definitivamente i tre punti ai nerazzurri.

L’Inter prosegue il periodo di forma con fiducia e morale. Per il Livorno si sapeva sarebbe stata una gara dura, ma adesso c’è ancora più motivazione per rimboccarsi le maniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *