L’energia di ‘Musica Nuda’, piccolo gioiello della musica italiana

Una leggenda cinese racconta di un sottile filo rosso invisibile che unisce i destini di due persone. La storia musicale di questi due artisti sembra davvero già segnata quando si incontrano per la prima volta: nel 2003 Petra Magoni è una giovane cantante dalla voce graffiante impegnata in un piccolo tour in toscana, mentre Ferruccio Spinetti è un talentuoso musicista che da tredici anni suona il contrabbasso negli Avion Travel.

L’imprevisto di una serata convince Petra a rivolgersi proprio a Ferruccio per sostituire il suo chitarrista in un live e subito, sul palco di quel club toscano, si crea un’alchimia tale da far sembrare di due giovani una coppia ben collaudata. Il successo è immediato; quell’impasto musicale così semplice ma ricco di sfumature sprigionato dall’unione della sola voce con il suono del contrabbasso, convince subito il pubblico ma in primis i due artisti.

Sull’onda dell’entusiasmo si mettono subito a lavoro, si confrontano sulle canzoni che più li hanno ispirati e in poco tempo registrano il loro primo album dal titolo Musica Nuda. Il disco si trasforma in un progetto stabile di duetto, in un’idea condivisa su come e cosa deve essere la musica. Petra Magoni e Ferruccio Spinetti possiedono una maturità artistica tale da poter oltrepassare il confine tra i generi fino a plasmare una sonorità libera che ripropone successi con nuova linfa vitale e ne crea di inediti.

Il coraggio nel presentarsi soli ed affidare la coreografia delle note solo alla destrezza del canto e alla profondità del contrabbasso riportano chi li ascolta ad un contatto diretto con le parole e con la musica, che arrivano all’orecchio spogliate di artifici e per questo in grado di emozionare senza sovrastrutture.

Musica Nuda è l’arte di rivalutare il “silenzio musicale” (quella chiave fondamentale e così spesso sottovalutata per entrare in contatto con l’emozione) cercando di esaltare il silenzio nella musica e la musica nel silenzio, riportando in primo piano il testo, la storia, il significato di ogni singola canzone, sia essa drammatica, allegra, energica, sentimentale, scanzonata.”

Il duo prende il nome dal suo primo album Musica Nuda, arriva al grande pubblico grazie alla televisione ( sono stati ospiti per esempio della Dandini durante Parla con me ), ai giornali e alla radio che li descrivono come una novità travolgente. Duro lavoro concretizzato in centinaia di concerti in Italia e all’esterno fanno appassionare sempre più persone e naturalmente, insieme al successo, giungono anche i riconoscimenti: Targa Tenco nel 2006, Miglior Tour al Mei di Faenza e Les quatre clés de Télérama in Francia.

Dopo l’esordio del primo album, Musica Nuda firma altri sei dischi tutti prodotti da etichette prestigiose come la Blue Note, di cui l’ultimo Banda Larga uscito nel 2013 è stato accompagnato da un tour con tappe sia all’estero che in Italia ( il 15 Novembre a Poggibonsi, il 27 Novembre a Bologna, il 29 Novembre a Mezzago e per finire il 5 Dicembre ad Albenga ).

[ Fonte: musicanuda.com ]

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=xzxIBxWeJSA[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *