Tornado devastano gli Usa, Illinois in ginocchio

Vento, distruzione e morte. Dopo la furia della natura nelle Filippine, un numero imprecisato di tornado – 65 o forse addirittura 76 – hanno devastato alcuni Stati centrali degli Usa. Sono almeno sei i morti e centinaia i feriti. Le tempeste hanno scaricato al suolo tutta la loro potenza distruttrice su un’area molto vasta al centro del Paese.

Il piano di emergenza ha limitato i danni. Il Servizio meteorologico statunitense ieri aveva diramato un’allerta meteo con rischio tornado per Illinois, Indiana, Michigan, Ohio, Wisconsin, Iowa e Missouri. Il piano di emergenza è scattato subito e, nonostante il numero di edifici rasi al suolo, il numero delle vittime è stato piuttosto contenuto, tutti cittadini americani che vivevano nel centro e nel Sud dell’Illinois, precisamente nella contea di Washington, l’area più colpita.

Washington (Illinois), la città distrutta. Nella città di Washington in Illinois, il tornado ha fatto saltare linee elettriche, sradicato alberi e provocato la rottura di condotte del gas. Alcuni isolati sono stati rasi completamente al suolo. “Non riuscivo neanche a dire in che strada mi trovassi, tutto completamente raso al suolo, alcuni quartieri in città, centinaia di case”, ha dichiarato un testimone intervistato dalla televisione WLS-TV, uscito dal suo rifugio subito dopo il passaggio di uno dei vari tornado.

Allerta per New York. Dopo aver portato distruzione e morte, le tempeste si stanno ora spostando verso Est e nella giornata di oggi potrebbero svilupparsi tornado anche vicino alla costa del New Jersey e nell’area di New York.