“Il tredicesimo apostolo” ritorna a gennaio su Canale 5

Il Tredicesimo apostolo tornerà presto ad inquietare. E non poteva essere altrimenti, perché la serie tv ideata dal guru Pietro Valsecchi (chiedere degli Zalone-movies) nella sua prima stagione, andata in onda ad inizio 2012, aveva registrato una media di oltre cinque milioni di spettatori per puntata, raggiungendo picchi di share del 30%.

La seconda stagione della serie (che avrà come sottotitolo La rivelazione) andrà in onda a gennaio 2014, sempre in prima serata su Canale 5, e avrà ancora come protagonisti il prete gesuita Gabriel Antinori (Claudio Gioè) e la psicoterapeuta Claudia Munari (Claudia Pandolfi), coinvolti in nuove peripezie gravitanti intorno ai meandri della società ecclesiastica, e dovendo spesso fare i conti con entità sovrannaturali.

Come mostrato dalle prime immagini del trailer trasmesso da Mediaset, il regista Alexis Sweet e la produzione (Taodue) nel secondo capitolo insisteranno ancora di più sull’elemento horror, con la presenza di creature tipiche della fiction dell’orrore, come vampiri e demoni, che faranno somigliare Il tredicesimo apostolo ad un misto fra i libri di Dan Brown e il cinema di genere italiano anni ’80.

La rivelazione che lo riguarda getterà dunque Antinori ancor di più nel vortice di complotti in seno alla Chiesa, che nella prima stagione lo aveva messo di fronte a personaggi temibili come Bonifacio Serventi, principale villain del precedente capitolo o personalità ambigue come Isaia Morganti (Stefano Pesce), che a quanto pare, nella stagione che verrà avrà un ruolo più rilevante.

Alexis Sweet cercherà dunque di confermare gli ottimi risultati, in termini di ascolto, non solo della primo capitolo del Tredicesimo apostolo, ma anche di altre produzioni Taodue da lui stesso girate, come Il capo dei capi e le prime tre stagioni di R.I.S..

Ma soprattutto, riuscirà Il Tredicesimo apostolo a ripetersi, senza più contare sull’effetto novità-horror della prima stagione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *