Premier League, 12.a giornata: goleada City, bene l’Arsenal

Dopo due settimane di sosta riparte la Premier League, regalandoci subito una giornata ricca di goal ed emozioni.
L’immagine di copertina di questa dodicesima giornata va necessariamente divisa tra il derby del Merseyside e la straripante vittoria del Manchester City contro il Tottenham.

Iniziamo l’analisi dallo spettacolare 3-3 tra Everton e Liverpool, straordinarie protagoniste di una partita vietata ai deboli di cuore.
Partenza razzo per i reds in vantaggio dopo 5′ grazie alla rete di Coutinho. La reazione dell’Everton è immediata e dopo due minuti è Mirallas, sugli sviluppi di un calcio piazzato, a pareggiare i conti.
Una straordinaria punizione di Suarez, sempre più decisivo, porta in vantaggio il Liverpool che nuovamente viene raggiunto e scavalcato da una doppietta di Lukaku che all’82 fa impazzire di gioia il pubblico di casa con un preciso e potente colpo di testa.
Quando i titoli di coda sembrano ormai imminenti, a un minuto dalla fine, Daniel Sturridge fissa il risultato finale sul punteggio di 3-3 in una partita epica, piena di capovolgimenti di fronte, intensità ed emozioni. Tutto quello che si auspica di vivere in un derby.

Se la prima partita in ordine cronologico prospettava un dodicesimo turno spettacolare, l’ultima, il 6-0 del City agli Spurs non ha fatto altro che confermare le aspettative.
Imperiosa la prova di forza degli uomini di Pellegrini trascinati dalle doppiette di Aguero, sempre più al centro degli schemi del tecnico spagnolo, Navas e dalla rete dello squalo Negredo. Mortificato il Tottenham, uscito con le ossa rotte, e che attraversa ufficialmente un periodo di profonda crisi visto il solo punto guadagnato nelle ultime tre partite.

Vince e convince l’Arsenal che, trascinato da una doppietta di Giroud, batte 2-0 il Southampton, portandosi così a quattro lunghezze dal Liverpool.
Partita incerta e combattuta, gli uomini di Pochettino non ne escono ridimensionati ma sorride Wenger che consolida il primato in campionato e può così concentrare le proprie forze all’imminente partita di Champions League.

Da registrare l’importante vittoria per 0-3 del Chelsea sul campo del West Ham. I blues tornano così alla vittoria che mancava da due turni propiziata da un goal di Oscar e da un Lampard, autore di una doppietta, davvero rigenerato dal ritorno di Mourinho.
Continua il periodo d’oro del Newcastle che regolando per 2-1 il Norwich ottiene così la terza vittoria di fila, portandosi a ridosso della zona Uefa.
Il match viene sbloccato dal solito Remy, raddoppia Gouffran e a dieci minuti dalla fine il goal di Fer fissa il risultato finale sul punteggio di 2-1 per i padroni di casa.

Chi vede sfumare al 91′ il ruolino di vittorie è il Manchester United che viene fermato nell’ostica trasferta gallese.
Partono bene i Red Devils grazie ad un goal di Rooney dopo 15 minuti ma la reazione dei padroni di casa porta alla rete del momentaneo pareggio di Fraizer Campbell. Il goal di Evra nel recupero del primo tempo resiste proprio fino ai minuti finali quando Kim Bo-Kyung gela gli uomini di David Moyes e sancisce il 2-2 finale.

Negli altri campi spicca le difficoltà del Fulham che perde 1-2 in casa contro lo Swansea e, dopo la quarta sconfitta di fila, viene relegato al terzultimo posto.
Vittoria esterna inaspettata del Crystal Palace che in un match decisivo per la corsa salvezza si impone per 0-1 sul campo dell’Hull City grazie alla rete di Bennan a nove minuti dal termine dell’incontro.
Aspettando il Monday Night di oggi tra WBA e Aston Villa, crolla invece il Sunderland che, dopo aver sconfitto addirittura il City la scorsa giornata, perde per due reti a zero sul campo dello Stoke City, come sempre implacabile tra le mura amiche. Reti di Charlie Adam e N’Zonzi.

La classifica dopo il dodicesimo turno ci regala una Premier League davvero incerta, perchè se è vero che l’Arsenal guida tutti con quattro lunghezze di vantaggio, le inseguitrici sono ben otto squadre racchiuse in soli 4 punti.
Lo spettacolo insomma continua, la Premier ci regala ancora una volta grandi emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *