Rabodirect Pro 12: continua la crisi del rugby italiano

Continua la crisi del rugby italiano in campo internazionale. Nonostante i tanti impegni dei giocatori occupati dalle proprie nazionali per l’ultima giornata di test match, tra sabato e domenica è andata in scena l’ottava giornata di Rabodirect Pro 12. Sia le Zebre di Parma che la Benetton di Treviso hanno giocato delle partite sostanzialmente equilibrate contro Ospreys e Leinster, ma non sono riuscite a portare a casa un risultato positivo.

Le Zebre volano in Galles per tentare l’impresa contro gli Ospreys ed allontanare lo spettro dell’ultima posizione in classifica lontana solo un punto. I gallesi, al contrario, sono obbligati a vincere per rimanere sulla scia del Munster ed avvicinarsi alla testa del campionato. Al Liberty Stadium sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio ed ad allungare le distanze grazie al piede di Morgan ma è la meta di Filippo Cristiano, flanker delle Zebre, ad accendere le speranze italiane coadivuate dai piazzati di Buso e Garcia che ribaltano il risultato. Il sogno italiano si infrange a causa del piede di Morgan, infallibile dalla piazzola, e delle due mete segnate dai gallesi nei primi dieci minuti del secondo tempo. La meta parmense di Vunisa serve solo a riaccendere le speranze ma non basta: gli Ospreys battono le Zebre 30-20.

Allo Stadio Monigo di Treviso la Benetton ospita gli irlandesi del Leinster che, come gli Ospray, devono vincere se vogliono rimanere nelle zone alte della classifica. La partita è avvincente ed il risultato rimane in bilico fino al termine dell’incontro. Sono i dublinesi, però, a partire forte schiacciando in meta due volte nel primo quarto di partita: Tuqiri e Reid, complici le disattenzioni difensive dei biancoverdi, portano in vantaggio il Leinster che dopo solo quindici minuti sembra avere il match in pugno. La Benetton reagisce ed accorcia le distanze prima centrando i pali con Berquist, poi con la meta di Nitoglia. La partita si trasforma in un assolo biancoverde: Berquist calcia e centra i pali; Esposito segna la meta che grazie alla trasformazione di Berquist porta in vantaggio i veneti. A sei minuti dal termine dell’incontro è Gopperth, mediano d’apertura del Leinster, a riportare in vantaggio gli irlandesi grazie ad una punizione viziata, però, da un in avanti dei dublinesi piuttosto evidente nel corso dell’azione. La Benetton riesce solo a sfiorare la vittoria: la partita termina con il punteggio di 20-21 in favore del Leinster.

Il prossimo appuntamento con la Rabodirect Pro 12 sarà per il prossimo week end, quando Benetton Treviso e Zebre Parma ospiteranno i Cardiff Blues e l’Ulster Rugby. Con il rientro dei giocatori impegnati in nazionale e la spinta del pubblico di casa la speranza è che le squadre italiane riescano ad uscire dalla crisi in cui è caduta la palla ovale italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *