Torna ‘Una notte al Museo’ con musei statali aperti dalle 20 alle 24

A partire da sabato 30 novembre sarà inaugurata una iniziativa che oramai è una buona consuetudine in Italia, “Una notte al Museo“, in cui molti musei statali italiani apriranno straordinariamente i battenti dalle 20:00 alle 24.00.

A renderlo noto è il Ministero dei Beni culturali e del Turismo ed in particolare la direzione generale per la Valorizzazione che appunto promuove l’importante iniziativa affermando che quest’anno “sarà orientata al tema della solidarietà: nelle strutture aderenti al progetto infatti sarà possibile aiutare la popolazione della Sardegna, gravemente colpita dall’alluvione dei giorni scorsi, partecipando alla raccolta nazionale promossa dalla Croce Rossa Italiana“.

Massimo Bray, Ministro dei Beni culturali e del Turismo, così spiega tale iniziativa: “Una notte al museo -ha dichiarato il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Massimo Bray- permette a cittadini e turisti di visitare, fuori dai consueti orari di visita, il nostro patrimonio culturale. Una proposta che incontra sempre più consensi, in particolare tra i giovani“.

Dal canto suo Anna Maria Buzzi, direttore generale della Valorizzazione del patrimonio culturale del MiBACT spiega come “negli ultimi sei mesi i visitatori dei siti culturali statali sono cresciuti del 5%, incremento dovuto, in parte, anche al successo di ‘Una notte al museo’. Siamo soddisfatti perché questi dati premiano la nostra apertura verso i cittadini, ascoltati grazie a diverse consultazioni online che ci hanno permesso d’intercettare un’ampia fascia di pubblico giovanile“.

L’edizione di “Una notte al museo” di quest’anno sarà ricca di novità con eventi corredati da musica, danza e teatro. A Roma il Museo Nazionale di Villa Giulia farà immergere i visitatori nel mondo dell’arte Egizia ed etrusca. All’interno delle Terme di Diocleziano la Banda della Marina Militare allieterà i turisti con musica jazz, mentre Palazzo Barberini verrà animata dalle note di Giuseppe Verdi nel “Gran Ballo in costume dell’Ottocento”. A Milano all’interno della Pinacoteca di Brera l’attore Vincenzo Bocciarelli reciterà brani classici sul tema “Anima Migrante”. Ed ancora al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, al Castello Svevo di Trani, alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna a Roma ed alla Reggia di Caserta i visitatori verranno allietati da brani della musica classica e moderna.

In generale verranno organizzate visite guidate, giochi per bambini e tante iniziative sempre all’insegna dell’arte e della bellezza.