New York, deraglia un treno della metropolitana

Questa mattina, a New York, un treno della Metro-North Railroad è deragliato nella zona del Bronx. La notizia, confermata anche dalla polizia, è subito stata diffusa sul web grazie ai tweet di alcuni testimoni. Secondo la Cnn le vittime sarebbero due, mentre ABC News riporta “molti feriti” e, stando ai soccorritori, il numero potrebbe salire a quattro.

In seguito all’incidente, avvenuto sulle rive del fiume Hudson, una linea della metro è stata bloccata e un portavoce della Metropolitan Transportation Authority racconta che cinque vetture sarebbero deragliate e che si sta ancora valutando il numero dei feriti.

Una testimone sul posto riferisce che i veicoli dei soccorsi di emergenza sono intervenuti subito sul posto, mentre alcuni vagoni sono rimasti sommersi dall’acqua, anche se questa informazione sembra contrastare con la foto scattata da un altro testimone oculare e dalle prime immagini tv. Stando alla foto di questa testimone, le vetture deragliate salirebbero a otto.

Il treno coinvolto nel deragliamento è partito stamattina alle 5.54 da Poughkeepsie e sarebbe dovuto arrivare alla stazione di Grand Central a New York alle 7.43. Sulla scena del deragliamento sono al lavoro almeno 125 pompieri e si sta cercando di capire la dinamica dell’incidente e il numero di persone realmente coinvolte, dato che il numero delle vittime sembra crescere di minuto in minuto, stando ai media americani.

Trattandosi di un treno utilizzato principalmente da pendolari, si spera che, essendo domenica mattina, non ci fossero molti passeggeri a bordo. Ma questa domenica conclude anche il fine settimana del Thanksgiving e quindi le persone coinvolte potrebbero essere comunque numerose, dato che in tanti rientravano a casa dopo essere stati a New York per le spese pre-natalizie.

L’incidente si è verificato in corrispondenza di una curva chiamata “Spuyten Duyvil”, una zona collinosa. Per questo i soccorritori hanno dovuto scivolare lungo il pendio fra gli alberi per raggiungere il treno. In quel punto, fortunatamente, il fiume non dovrebbe essere troppo profondo, quindi anche se alcuni vagoni dovessero essere finiti in acqua, non dovrebbe risultare difficile prestare i primi soccorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *