Rabodirect Pro 12: Il rugby italiano non vince più

Il rugby italiano non riesce a togliersi l’amaro dalla bocca neanche con la nona giornata di Rabodirect Pro 12 svoltasi ieri. Sia le Zebre di Parma che la Benetton di Treviso non riescono ad imporsi davanti ai propri tifosi nelle avvincenti sfide contro gli irlandesi dell’Ulster ed i gallesi del Cardiff Blues. Anche non trovando la vittoria le franchigie italiane si dimostrano comunque in grado di tenere il confronto con il rugby al massimo livello non sembrando però ancora attrezzate a lottare nei piani medio alti della classifica di Pro 12.

Il rientro in gruppo dei giocatori impegnati con le nazionali non scongiura alle Zebre Parma la settima sconfitta in nove giornate di campionato. Il pubblico dello stadio “XXV Aprile” sfida una fredda giornata di fine autunno regalando una splendida cornice al match tra i padroni di casa e l’Ulster. Gli irlandesi, dotati di una solida difesa, respingono al mittente i forsennati attacchi delle Zebre ipotecando la vittoria grazie al piede infallibile del numero 10 Paddy Jackson ed alla meta del secondo centro britannico Darren Cave.

I bianconeri provano a riaprire la partita con l’estremo Guglielmo Palazzani che schiaccia la palla oltre la linea di meta riaccendendo le speranze dei parmensi. Il coraggio e la nuova linfa trovati grazie alla meta del numero 15 italiano non bastano però al “quindici” guidato dal CT Cavinato per rovesciare il risultato: le Zebre Parma vengono sconfitte 11-19 dall’Ulster. La sconfitta non scompone però Andrea Cavinato che al termine dell’incontro si complimenta con i suoi: “Faccio i complimenti ai miei giocatori” dice l’allenatore delle Zebre aggiungendo:”Oggi non si può imputare nulla alla mia squadra che ha dimostrato di essere di un alto livello internazionale. Il rammarico è non avere raccolto punti, ma dobbiamo essere sereni e continuare a lavorare.”

Ennesima prestazione “double face” della Benetton che allo Stadio Monigo di Treviso non va oltre il pareggio contro i Blues di Cardiff. I “leoni” veneti regalano la prima frazione di gioco ai gallesi che segnano due mete con Czekaj e Copeland dilagando grazie ai calci piazzati trasformati dal numero 10 Garreth Davies. La Benetton Treviso riesce a galleggiare grazie al piede di Berquist ma cambia marcia nel secondo tempo: i primi dieci minuti della seconda frazione sono un’assolo biancoverde, Gori e Zanni assestano un “uno due” micidiale e le punizioni di Berquist portano inaspettatamente i “leoni” allenati da coach Smith in vantaggio di tre punti. A meno di cinque minuti dal termine i Blues hanno l’occasione di agguantare il pareggio: Davies batte un calcio di punizione che tocca il palo ed entra ristabilendo l’equilibrio. Il match termina con il punteggio di 26-26.

Un turno di sosta forzata per la Rabodirect Pro 12 che nel prossimo week end lascerà spazio alla terza giornata di Haineken Cup. Sia le Zebre di Parma che la Benetton Treviso saranno impegnate in sfide di altissimo profilo internazionale: gli emiliani ospiteranno allo Stadio “XXV Aprile” gli inglesi del Saracens mentre i trevigiani voleranno in Irlanda del Nord per affrontare l’Ulster.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *