Lupin 3: iniziate le riprese del live-action

Spesso tra i fan dei cartoni animati si insinua prepotentemente la voglia di vedere i propri beniamini animati venire interpretati da attori in carne e ossa, e negli ultimi anni questo desiderio è stato spesso soddisfatto con la realizzazione (sopratutto di produzioni americane) di film ispirati a cartoni animati e a fumetti. Ora, in una produzione tutta giapponese, è giunto il momento di dare un volto umano al famoso manga/anime Lupin III di Monkey Punch, in un live-action la cui uscita è prevista per la primavera del 2014 nelle sale cinematografiche nipponiche.

Dopo essere stato in sviluppo per quattro anni, le riprese sono iniziate lo scorso 3 ottobre con location in cinque Paesi tra cui Giappone, Thailandia, Hong Kong, Singapore e Filippine. La versione live-action seppur di matrice nipponica fruirà di un team di talenti provenienti da tutto il mondo, primo fra tutti il regista Ryuhey Kitamura che ha iniziato la sua carriera in film di fantascienza in Giappone, ma negli ultimi anni ha fatto tappa ad Hollywood dirigendo l’horror Prossima fermata l’inferno (Midnight Meat Train) e più recentemente il thriller-horror No One Lives.

Nel cast ci sono Shun Oguri nei panni del mago del furto Arsène Lupin III, Tetsuji Tamayama come Daisuke Jigen, Go Ayano come Goemon Ishikawa, Meisa Kuroki come Fujiko Mine eTadanobu Asano nei panni dell’ispettore Koichi Zenigata. Sembra che Oguri si sia allenato per oltre 10 mesi per riuscire a raggiungere il fisico magro e agile di Lupin perdendo un totale di 8 kg, mentre il collega Ayano è andato nella direzione opposta, mettendo su circa 10 kg di muscoli per il ruolo dello spadaccino Goemon Ishikawa.

Originariamente ispirato ai romanzi dello scrittore francese Maurice Leblanc, la cui prima novella appare in una rivista francese nel lontano 1905 con il titolo “Ladro gentiluomo” (Gentleman Cambrioleur), Lupin III viene serializzato su Weekly Manga Action nell’agosto del 1967 e la sua popolarità contribuisce a dare maggior impulso al genere manga tra i giovani. Il fumetto è stato in seguito ampliato in ben tre serie anime televisive e più recentemente in lungometraggi d’animazione, videogames e gadget.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *