Salinger e il mistero dei manoscritti mai pubblicati

Paula, The Ocean Full of Bowling Balls e Birthday Boy. Questi i nomi dei tre racconti inediti di J. D. Salinger, autore famosissimo al mondo grazie al suo Catcher in the rye, noto in Italia con il titolo de Il Giovane Holden.
La scoperta si è avuto nel modo più insolito: un file torrent che gira sulla rete, inizialmente ipotizzato come un tentativo ben organizzato di spacciare un racconto di un autore per un altro, che diventa virale e raggiunge il resto del globo in poche ore. I racconti sono fuggiti da archivi segreti americani.

La domanda che il popolo del web si è posto insieme anche a Kenneth Slawenski, tra i più referenziati studiosi dello scrittore, è sull’autenticità dei testi e sull’affidabilità dell’intero lavoro.
I racconti si presentano sotto il titolo di Three Stories, un libro rilegato su cui spicca, in basso, il nome dell’autore. Slawenski, dopo averli visionati, ha subito confermato che si tratta di testi conformi a quelli che dovrebbero essere conservati al sicuro nell’Università americana di Princeton e in altri atenei simili, sotto stretto controllo da parte degli addetti ai lavori proprio per evitare la fuga di rarità come queste.

Il motivo della mancata condivisione con il resto del mondo letterario è da ricercarsi nella volontà degli eredi di Salinger di pubblicare, nel quinquennio 2015-2020, cinque romanzi inediti dell’autore, probabilmente per tentare di recuperare qualcosa sfruttando la fama e i lettori affamati, un po’ come sta succedendo con Brian May e i pezzi inediti dei Queen. Ciò che risulta strano, però, è la mancata citazione di questi racconti, emersi soltanto adesso dopo la vendita per circa 80€ su ebay di una delle venticinque copie presenti nel mondo. In una delle foto pirata, infatti, si legge distintamente: “the three stories in this book remain unpublished.”. Con buona probabilità, sono state pubblicate solo poche copie per pochi intimi, in attesa che ciò che Salinger avesse deliberato prima di morire si realizzasse: sembra, infatti, che l’autore abbia richiesto esplicitamente che alcuni racconti dovessero essere pubblicati cinquant’anni dopo la sua morte, non prima, quindi, del 27 gennaio 2060.

La trama è nota per i tre: quello che desta più attenzione è The Ocean Full of Bowling Ball, infatti è il prologo al Giovane Holden: racconta la storia del mitico fratellone Allie. Paula, invece, narra le vicende di una donna ritenuta sterile e talmente ossessionata dalla voglia di diventare madre si è chiusa in una stanza per mesi, autoconvincendosi della gravidanza. Birthday Boy è una storia d’amore ambientata in un ospedale: la chicca sta nella lettera finale indirizzata da Salinger all’editore (che nel frattempo, nel 1951, stava pubblicando Catcher in the rye) e nel numero di annotazioni e di correzioni che si trovano ai margini delle pagine.

Se si tratta di tre artifizi sono sicuramente fatti in maniera magistrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *