“Sardegna chiama Bologna”, concerto solidale per gli alluvionati

L’alluvione che ha colpito la Sardegna il 18 Novembre ha toccato il cuore del trombettista sardo Paolo Fresu, organizzatore del concerto intitolato “Sardegna chiama Bologna” che si terrà la sera del 10 Dicembre 2013 alle ore 21.00 sul palco del Teatro Arena del Sole a Bologna. Lo spettacolo di solidarietà avrà lo scopo di raccogliere fondi in favore dei comuni di Onani’ e Torpe’, nel Nuorese, devastati dall’alluvione.

Sul palco si esibiranno, in maniera del tutto gratuita, il jazzista Fresu che guiderà il Davil Trio con Bebo Ferra alla chitarra e Paolino Della Porta al contrabbasso. Inoltre, saranno presenti numerosi artisti come Lella Costa, Geppi Cucciari, Stefano Benni, Elena Fadda, Alessandro Bergonzoni, i Virtuosi italiani e Daniele Di Bonaventura, insieme per sostenere la causa di Fresu.

Il ricavato dello spettacolo sarà consegnato la sera stessa alle sindachesse dei due comuni sardi Antonella Dalu e Clara Michelangeli, per contribuire al recupero di antichi simboli dei paesi distrutti dall’alluvione, come l’antico lavatoio di Onani’, e per la ricostruzione del parco giochi per bambini di Torpe’. Fresu, non appena ha sentito la notizia dell’alluvione e ha visto in tv le immagini del disastro, ha contattato il sindaco del suo paese di origine, Berchidda (Ot), per organizzare l’evento.
Una serata di beneficenza a cui prendono parte operatori come Meridiana che hanno messo a disposizione degli ospiti voli, stanze in strutture alberghiere, buoni pasto per ristoranti, in maniera del tutto gratuita.

Alla realizzazione della serata hanno contribuito l’Arci Bologna e il circolo Sardegna e sarà trasmessa in diretta da Radio3 e con una finestra su Ballarò. Anche Radio Capital promuove una raccolta di fondi per gli stessi comuni. I biglietti della spettacolo saranno venduti anche online al costo di 30 euro per la platea e palchi e al costo di 25 euro per barcacce e galleria e senza possibilità di biglietti omaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *