Cibo ed Eros, una campagna pubblicitaria osa in cucina [FOTO]

Trovare un’idea originale per festeggiare un anniversario e fare allo stesso tempo grande pubblicità al proprio prodotto: da questi presupposti è nata la campagna pubblicitaria della Guide des Restos Voir 2014, il corrispettivo canadese della nostra Guida del Gambero Rosso. La guida infatti è arrivata al suo diciottesimo anno, e ha pensato di annunciarlo con contenuti non adatti ai minori.

Ideata dall’agenzia Publicis e realizzata dalla coppia di fotografi Leda & St. Jacques, la campagna pubblicitaria gioca proprio sul concetto del diciottesimo anniversario e promuove la guida con immagini e contenuti normalmente vietati ai non diciottenni. Non si tratta però di cameriere sexy o chef dalle braccia muscolose: è proprio il cibo, il soggetto principale della guida, a veicolare il contenuto pornografico, con soluzioni alquanto creative e originali.

Ecco dunque stagliarsi su fondo nero immagini di pezzi di manzo, ostriche, frutta e verdura, fotografati in composizioni parecchio allusive agli organi maschili e femminili, e che difficilmente lasciano spazio a incomprensioni. Suggestivo anche lo slogan, che tradotto in italiano recita: «Siamo felici di mettervi l’acquolina in bocca da 18 anni». Humour e il connubio di cibo e sesso, i due piaceri della vita, per un risultato che in ogni caso non lascia indifferenti.

I pareri suscitati dalla campagna pubblicitaria, iniziata già a novembre, sono tra i più diversi, e vanno dal divertito, all’incuriosito, al disgustato. Non sono naturalmente mancate neanche le polemiche di coloro che l’hanno trovata di cattivo gusto e fuori luogo, non coerente con la guida pubblicizzata e inadatta ai minori. Ma, paradossalmente, proprio le critiche hanno fatto la fortuna di questa campagna, come ha affermato lo stesso Nicolas Massey, vice presidente dell’agenzia Publicis: «Nel caso della Guide Restos Voir, la campagna ha fatto versare fiumi d’inchiostro in Québec ed è circolata a livello internazionale con un piccolo budget mediatico. Dunque poco importano le critiche, buone o cattive, la nostra missione è compiuta: un cliente felice che vede le Guide Restos andare a ruba».

[credits photos: Leda & St. Jacques]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *