Joseph Ford e i ‘tessuti’ urbani

Osservandoli velocemente sembrano panorami mozzafiato, di quelli che si guardano dall’alto con meraviglia. Ma analizzandoli bene e più da vicino, ecco svelarsi il trucco. Giocando abilmente con foto e tessuti, il fotografo Joseph Ford ha creato composizioni particolari che ingannano l’occhio tramite accostamenti di colori e forme.

Questo progetto originale si sviluppa nella mente di Ford dopo aver sorvolato per giorni su posti meravigliosi come la Sicilia, il Marocco e le Mauritius e lavorando sugli scatti aerei prodotti. Con l’aiuto di alcuni stylist parigini di successo ha successivamente rielaborato il materiale, alla ricerca di stampe e stoffe che si legassero con le tonalità e le forme delle fotografie.

La scelta dell’abbinamento perfetto non è stata semplice e per alcune immagini Joseph Ford è stato coinvolto nel processo di selezione fino a dodici ore – come nella foto del deserto con il maglione. Dalla camicia a quadri, al jeans, al k-way: ogni capo d’abbigliamento acquista vitalità e sembra trasformarsi in qualcosa di diverso. Un soffitto di un palazzo, una scogliera a picco sul mare, una serie di nuvole sopra le montagne.

La passione per la contaminazione tra oggetti si riflette in tutto lo stile dell’artista, che si diverte a giocare non solo con la moda e la fotografia paesaggistica, ma anche con il ritratto personale e il mondo animale attraverso lo spunto divertente derivato da una somiglianza nell’espressione o tramite il contrasto tra personalità umana e selvatica.

La brillante originalità del fotografo londinese ha colpito importanti esponenti del settore, come la rivista Wad, e gli ha permesso di vincere molti premi e di essere apprezzato in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *