Juventus-Sassuolo: i bianconeri provano a ripartire

La Juventus, dopo essere stata prematuramente eliminata dalla Champions League, cerca l’immediato riscatto in campionato in modo da mitigare, almeno in parte, l’esclusione dalla massima competizione europea.
Stasera, ore 18:30, si disputerà infatti Juventus-Sassuolo, una sfida sulla carta abbordabile ma che potrebbe invece nascondere più di un’insidia per i bianconeri.

La partita, posticipata ad oggi proprio a causa dei disagi subiti a Istanbul, si svolgerà ancora con la presenza di circa 9000 bambini in curva, iniziativa replicata nonostante le polemiche relative ad alcuni cori dei piccoli tifosi bianconeri.
Ma vediamo nel dettaglio le probabili scelte dei due allenatori, entrambi obbligati a rinunciare ad alcune pedine importanti.

Tra i pali confermatissimo Buffon che, se non dovesse subire goal, entrerebbe nella top ten dei portieri meno battuti della Serie A.
In difesa dovrebbero giocare i titolari Bonucci, Chiellini e Barzagli con Martin Caceres pronto a giocarsi le sue possibilità.
A causa dell’infortunio di Pirlo e della contemporanea squalifica di Marchisio, il centrocampo verrà invece rivoluzionato in toto: sicuri del posto da titolare Vidal e Pogba mentre si giocheranno il posto da titolare Padoin e Asamoah che in questo caso verrebbe impiegato come mezzala sinistra.
Sulle fasce i ballottaggi coinvolgono Lichtsteiner-Isla e Peluso-De Ceglie, con i primi favoriti sui secondi.
Il duo offensivo sarà composto da Tevez, attaccante dalle polveri bagnate in Europa ma decisivo in campionato, e uno tra Quagliarella, favorito, e Llorente. Ai box Vucinic, che non vive di certo il suo periodo migliore di questi suoi tre anni alla Juve.

Qualche problema anche per mister Di Francesco che dovrà fare a meno di Acerbi, come vi abbiamo raccontato, e dello squalificato Berardi, giocatore a metà proprio con i bianconeri.
Per il resto la formazione sarà la migliore a disposizione, con il peso dell’attacco che ricadrà inevitabilmente sulle spalle di Simone Zaza, anche lui in comproprietà con la Juve.
Intervistato prima della partita, il giovane attaccante ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport parole davvero interessanti: “Juventus Stadium? Sarà un’emozione particolare, ho molti amici juventini, ma non cambierò atteggiamento per questa partita. Se sogno di giocare per la Juve grazie ai gol con il Sassuolo? So che anche segnando 30 gol in A col Sassuolo sarebbe difficile vestire quella maglia. Ma io lavoro ogni giorno per poterci provare.”

Quella che sulla carta potrebbe sembrare una partita facile potrebbe invece non rivelarsi tale ed è utile a tal proposito ricordare come in questa stagione il Sassuolo abbia già fermato, in trasferta, sia Roma che Napoli.
Sarà essenziale quindi per Antonio Conte trovar le giuste parole per motivare i suoi ragazzi, spronandoli a reagire e a rituffarsi su un campionato che deve esser assolutamente conquistato.
I bianconeri poi scenderanno in campo anche mercoledì nella partita di Coppa Italia, che li vedrà impegnati contro l’Avellino.
Campionato, Coppa Italia e un domani Europa League. La Juve, ferita, prova a ripartire. Più affamata che mai..