Ripresa Serie A sempre più vicina. E c’è l’ipotesi tifosi allo stadio
Ripresa Serie A sempre più vicina. E c’è l’ipotesi tifosi allo stadio

Ripresa Serie A sempre più vicina. E c’è l’ipotesi tifosi allo stadio

Serie A, il virologo Fabrizio Pregliasco apre un piccolo spiraglio alla possibilità di avere i tifosi allo stadio per luglio

E’ sempre più reale e concreta l’ipotesi di ripartenza della Serie A e di tutto il calcio italiano. Si attende solo il summit del 28 maggio in cui i vertici daranno finalmente una data di inizio e di fine, con il relativo protocollo di sicurezza da seguire per prevenire al massimo la possibilità di contagio. Le date più probabili sono quelle del 13/14 giugno o del 20, con un tour de force che porterebbe a terminare il campionato verso i primi di agosto. Al termine di essi ci sarà poi il via alle coppe europee. Per quanto riguarda il protocollo di sicurezza, verranno effettuati tamponi ogni 4 giorni per le squadre, isolando per 14 giorni i giocatori che dovessero risultare positivi. Scampata quindi l’ipotesi di isolamento totale per tutta la squadra in caso di nuovi positivi, che avrebbe dato il colpo del KO alla ripartenza del campionato. “Per il vaccino ci vorrà almeno un anno e mezzo, per cui dobbiamo convivere con il virus, ha detto il virologo Fabrizio Pregliasco. “Ma per ridurre il più possibile la circolazione del virus bisogna agire con cautela”, ha proseguito. Buone notizie dunque per gli appassionati, che potranno tornare ad ammirare i loro beniamini, seppure in un clima a dir poco anomalo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Tegola Milan, Ibrahimovic si fa male in allenamento. Si teme un lungo stop

Serie A, Pregliasco apre all’ipotesi tifosi allo stadio

Protocollo Serie A
Palloni sui campi della Serie A © Getty Images

“Il calcio può ricominciare a porte chiuse, ma entro luglio potremo anche avere una piccola porzione di tifosi negli stadi.” E’ questa però la notizia bomba lanciata dal virologo Fabrizio Pregliasco, che apre ad un ipotesi fino ad oggi neppur minimamente vagliata. Ovviamente allo stadio ci sarà il controllo della temperatura corporea e il distanziamento tra gli spettatori. Dunque bisognerà ancora attendere per il ritorno delle curve e delle coreografie, ma si tratta già di un piccolo passo in avanti.