Tegola Milan, Ibrahimovic si fa male in allenamento. Si teme un lungo stop
Tegola Milan, Ibrahimovic si fa male in allenamento. Si teme un lungo stop

Tegola Milan, Ibrahimovic si fa male in allenamento. Si teme un lungo stop

Infortunio Ibrahimovic, problema per lo svedese durante l’allenamento odierno. Si teme l’interessamento del tendine d’Achille, che porterebbe ad un lungo stop

Grossa tegola per il Milan in vista della ripresa del campionato. Il gigante svedese Zlatan Ibrahimovic, trascinatore della squadra rossonera dopo il suo arrivo a gennaio, durante l’allenamento odierno si è infortunato. L’ex attaccante dei Los Angeles Galaxy ha accusato un problema al polpaccio, ma si teme che ci sia un interessamento al tendine d’Achille. Se l’ipotesi peggiore dovesse rivelarsi veritiera, il bomber svedese rischia un lungo stop. Le sue condizioni saranno rivalutate nei prossimi giorni. A dare l’annuncio è Peppe Di Stefano per SkySport, che in collegamento da Milanello ha parlato della dinamica dell’infortunio. “Si è fermato dopo uno scatto su un lancio durante la partitella di fine allenamento”, ha detto il giornalista. “Probabile sia uno stiramento al gemello, che nel giro di un mese, un mese mezzo potrebbe risolversi. Ma se dovesse esserci un problema al tendine d’Achille per un 39enne potrebbe essere un grosso problema. Nelle prossime ore ci saranno gli esami medici.”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Queen, attacco di cuore per Brian May: “Era a un passo dalla morte”

Infortunio Ibrahimovic, carriera a rischio?

zlatan ibrahimovic infortunio
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Se dovesse essere confermata l’ipotesi dell’interessamento al tendine d’Achille, l’infortunio di Zlatan Ibrahimovic potrebbe costargli la carriera. Lo svedese infatti ha la bellezza di 39 anni, e un problema del genere non sarebbe facile da superare. La sua posizione al Milan inoltre, era già incerta, con le parti che avrebbero dovuto discutere se continuare o meno anche per la prossima stagione, eventualità che adesso appare più remota che mai. Parlando del tendine d’Achille subito torna in mente Javier Zanetti, che a 40 anni si ruppe il tendine d’Achille nel finale della maledetta stagione 2012/13 con Andrea Stramaccioni, in cui si infortunarono praticamente tutti i giocatori dell’Inter. Il capitano nerazzurro riuscì a tornare in campo solo per il finale della stagione successiva, giusto in tempo per dare l’addio ai suoi tifosi, lasciando così il calcio giocato tra gli applausi di San Siro.