Bologna, sospiro di sollievo, componente staff negativo al coronavirus
Bologna, sospiro di sollievo, componente staff negativo al coronavirus

Bologna, sospiro di sollievo, componente staff negativo al coronavirus

Componente staff Bologna è negativo al coronavirus: il tampone che aveva dato esito dubbio è risultato negativo. Si attende esito secondo esame

Il componente dello staff del Bologna è negativo al coronavirus. un bel sospiro di sollievo in casa felsinea, dopo i dubbi emersi dal risultato del tampone effettuato ieri. Esami più approfonditi hanno però escluso la positività al Covid dell’uomo. La squadra continuerà tuttavia a svolgere allenamenti individuali a scopo precauzionale.

Se anche il secondo tampone dovesse dare esito negativo, allora la squadra potrebbe tornare agli allenamenti di gruppo, sempre rispettando il protocollo. Al momento quindi nessun calciatore tanto meno componente dello staff tecnico di Sinisa Mihajlovic è positivo al Covid. Un’ottima notizia in vista della ripartenza del campionato sempre più probabile.

Gli emiliani sono stati una delle prime squadre ad iniziare con gli allenamenti di gruppo sfruttando l’ordinanza dell’Emilia-Romagna, pioniera tra le Regioni in tema di via libera alle sessioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ripresa campionato Serie A | Scelta la data: 13 giugno in campo

Componente staff Bologna negativo al coronavirus: oggi riunione per ripresa campionato

componente staff bologna negativo coronavirus bus Bologna
Bus Bologna (Getty Images)

Le squadre, come abbiamo visto, sono già al lavoro con allenamenti individuali e di gruppo in vista della ripresa del campionto. Già, ma quando si potrà ripartire?

Oggi è in programma una riunione tra il ministro dello Sport Spadafora, il presidente della FIGC Gravina e tutte le componenti della Federcalcio, il presidente della Lega di A Dal Pino, quello di B Balata, Ghirelli per la Serie C e Sibilia per i Dilettanti oltre al presidente dell’assocalciatori Tommasi, quello dell’assoallenatori Ulivieri e Nicchi, numero uno dell’AIA. L’obiettivo è stabilire il futuro imminente della Serie A.

In ballo vi è il futuro del calcio italiano e ben 700 milioni di euro, come ha più volte ripetuto Gravina. Alle 18:30 inizierà la riunione più importante per il mondo del calcio.