Roma, donna finge incidente sulla Metro B: le telecamere la smascherano

Una donna questa mattina si è gettata tra i binari della fermata della Metro B Eur Palasport, a Roma. Sosteneva di essere stata spinta, ma le telecamere l’hanno smascherata. Denunciata per procurato allarme

Mattinata movimentata per gli addetti ai lavori nella fermata della Metro B, Eur Palasport a Roma. Alle 5.45 di questa mattina, una donna si è gettata tra i binari della metro capitolina diretta verso Rebibbia. Grazie alla prontezza del macchinista, che con una manovra repentina è riuscito a frenare il treno, la donna è riuscita a salvarsi ed è stata portata all’Ospedale Sant’Eugenio, avendo riportato qualche lieve escoriazione. La viabilità dei mezzi pubblici capitolini ne ha inevitabilmente risentito, con alcuni ritardi dei treni poi risolti dall’Atac. Al momento del salvataggio, la donna avrebbe dichiarato di essere stata spinta da dietro nei binari, così le autorità hanno prontamente visionato le telecamere di sicurezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, l’Università di Parma rivela: evitato il doppio delle vittime

Incidente sulla Metro B a Roma, donna cade sui binari e dichiara di essere stata spinta: smascherata e denunciata

Metro B Roma (Getty Images)

I mezzi pubblici di Roma questa mattina hanno riportato alcuni ritardi causati da un incidente alla fermata Eur Palasport della Metro B di Roma. Una donna si sarebbe lanciata nei binari del treno diretto verso Rebibbia, salvata dalla prontezza di riflessi del macchinista che è riuscito a frenare il treno. Nella ricostruzione dei fatti la donna avrebbe dichiarato di essere stata spinta sui binari, portando le autorità a controllare immediatamente le telecamere di sicurezza. Ma dalla visione dei filmati la donna sarebbe caduta volontariamente nei binari, senza essere stata spinta da nessuno. Così, la signora è stata denunciata per procurato allarme. Resta da chiarire se quello della donna sia stato un incidente o un gesto volontario.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spostamenti tra regioni, via libera dal 3 giugno: paura al sud Italia