Farmaco contro il Coronavirus in arrivo entro fine giugno: servirà anche per la prevenzione
Farmaco contro il Coronavirus in arrivo entro fine giugno: servirà anche per la prevenzione

Farmaco contro il Coronavirus in arrivo entro fine giugno: servirà anche per la prevenzione

Farmaco contro il coronavirus, in arrivo il primo entro fine giugno. Oltre alla cura, servirà anche per la prevenzione. Ecco di cosa si tratta

Dopo una lunga sperimentazione in questi primi mesi di pandemia, sembra finalmente in arrivo il primo farmaco al mondo capace di combattere il coronavirus. E’ stato progetttato e testato in alcuni importanti ospedali degli USA: NYU Grossman School of Medicine e il Cedars-Sinai a Los Angeles. Il farmaco, ancora in fase sperimentale, è denominato Ly-CoV555. Nei giorni scorsi è stato somministrato a un gruppo di pazienti in ospedale, ed i risultati sono previsti entro la fine del mese. L’anticorpo è stato identificato dal Centro di ricerca sui vaccini dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID), in collaborazione con AbCellera, grazie ad un campione di sangue prelevato da uno dei pazienti guariti dal coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – La classifica della Serie A con l’algoritmo: posizioni UEFA intatte, Lecce in B

Farmaco coronavirus, di cosa si tratta

coronavirus test sierologici
Foto di un test per il coronavirus (Foto di Gerd Altmann da Pixabay)

Il nuovo farmaco contro il Coronavirus, il Ly-CoV555 è utilizzabile non solo per la cura del covid, ma anche per la sua prevenzione. Si tratta infatti di un anticorpo monoclonale progettato per bloccare l’ingresso del virus all’interno delle cellule umane.  A proposito del farmaco, il direttore della divisione di malattie infettive e immunologia presso la Nyu Langone Health ha dichiarato che questi tipi di trattamento promettono di essere efficaci contro il Coronavirus. Alle sue parole ha fatto poi eco Daniel Skovronsky, responsabile scientifico della Lilly Research Laboratories sono importanti per i gruppi più colpiti dalla malattia come gli anziani e le persone con sistema immunitario compromesso che non potranno sottoporsi al vaccino. Qualora LY-CoV555 si rivelasse parte della soluzione a breve termine per Covid-19, vogliamo essere pronti metterla a disposizione dei pazienti il più rapidamente possibile, già entro la fine dell’anno”.