Partecipano a un matrimonio, invitati contagiati dal Coronavirus: un morto
Partecipano a un matrimonio, invitati contagiati dal Coronavirus: un morto

Partecipano a un matrimonio, invitati contagiati dal Coronavirus: un morto

Dopo un matrimonio svolto a marzo, 76 dei 360 invitati sono risultati positivi al coronavirus, contagiati dal padre della sposa.

In Giordania nel mese di marzo si è svolto un matrimonio con circa 360 invitati. Dopo l’evento nuziale, 76 di questi invitati sono risultati positivi al Coronavirus mentre una donna di 80 anni è deceduta. Tutto sarebbe partito dal padre della sposa, venuto dalla Spagna per la celebrazione delle nozze. L’uomo infatti potrebbero essere il paziente zero del paese da cui sarebbe partita l’epidemia di COVID-19.

Il caso è al centro degli studi da parte del Centers for Disease Control and Prevention Usa. Il padre della sposa ha 58 anni e due giorni prima del matrimonio ha mostrato i segni del virus. Ha partecipato all’evento festeggiato in un locale al coperto, con una capienza massima di 400 persone.

FORSE TI INTERESSA >>> Viaggiatore toglie la mascherina: rissa sfiorata in treno – VIDEO

Matrimoni e luoghi chiusi a rischio: gli studi sul coronavirus

matrimonio coronavirus
Matrimonio in Giordania, foto di Getty Images

Due giorni dopo il matrimonio l’uomo si è recato al pronto soccorso, dove è stato sottoposto al tampone per il coronavirus. Risultato positivo, ma non è finita qua. Durante il mese successivo altre 85 persone sono risultate positive al virus. Settantasei di queste erano presenti al matrimonio, gli altri invece hanno avuto contatti con qualcuno dei 76 invitati contagiati. Una di queste persone ha partorito il giorno dopo il matrimonio, ma il neonato è risultato negativo.

Un’altra di queste persone era una donna di 80 anni, già colpita da carcinoma mammario. Alla malattia è sopraggiunta la polmonite ed è deceduta due settimane dopo. Il caso è oggetto di studi per capire meglio il funzionamento dietro il contagio del COVID-19. Infatti guardando i dati si capisce che il virus risulta essere più aggressivo in zone al chiuso, tanto da portare gli esperti a sconsigliare grandi riunioni e assembramenti. Gli 85 casi positivi a causa del matrimonio hanno costituito circa un quarto dei casi totali in Giordania.

 

FORSE TI INTERESSA >>> Farmaco contro il Coronavirus in arrivo entro fine giugno: servirà anche per la prevenzione