Vince 22 milioni alla lotteria e mantiene una promessa fatta 28 anni fa

Dopo aver vinto il primo premio alla lotteria un uomo del Wisconsin ha rispettato un patto e condiviso il premio con un’altra persona.

“Amico, mi stai prendendo in giro?”. È questa la frase che Thomas Cook ha ricevuto dopo aver telefonato al suo vecchio amico Joseph Feeney. Cook, originario del Wisconsin, aveva da poco tempo scoperto di aver vinto alla lotteria il primo premio da 22 milioni di dollari (poco meno di 19 milioni di euro). Il gioco si chiama Powerball, e Cook aveva comprato un biglietto il 10 giugno scorso nella città di Menomonie.

Joseph Feeney, detto Joe, ex pompiere in pensione e ora appassionato di pesca, non si aspettava quella telefonata. Da quasi trent’anni lui e Cook giocano regolarmente alla lotteria ogni settimana. All’inizio degli anni Novanta erano compagni di pesca e successivamente hanno continuato a frequentarsi, seppure sporadicamente. Si erano conosciuti durante un viaggio con le rispettive mogli.

Nel 1992 Cook e Feeney si erano stretti la mano promettendosi a vicenda che il primo tra i due a vincere un premio alla lotteria lo avrebbe condiviso con l’altro. Non appena scoperto di aver vinto il jackpot milionario, Cook si è subito messo in contatto con Feeney per mantenere la promessa fatta 28 anni fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Superenalotto, a Sassari sbancato il montepremi: che vincita!

Amici da 30 anni, dividono il primo premio della lotteria

divide premio lotteria promessa
(Wisconsin Lottery/YouTube)

Appena saputo di aver vinto 22 milioni di dollari Cook ha fatto quello che, sintetizza CNN, qualsiasi americano farebbe. Ha dato le due settimane di preavviso in ufficio e ha lasciato il suo lavoro. “Non riesco a immaginare un modo migliore di licenziarsi”, ha detto in un’intervista.

Cook e Feeney hanno scelto di ritirare il premio in contanti, circa 16,7 milioni di dollari al netto delle tasse. A ciascuno dei due sono quindi andati 5,7 milioni di dollari (circa 4,8 milioni di euro). Nelle intenzioni di entrambi, ora che non devono più pensare al lavoro, c’è il piano di trascorrere finalmente più tempo insieme tutti e quattro, loro e le loro rispettive mogli.