Spiagge più care d’Italia: 453 euro per un giorno di mare

L’elenco delle sei spiagge più care d’Italia secondo una classifica stilata dal Codacons. In un anno di “Vacanze italiane”, causa coronavirus, occorre prestare attenzione al portafoglio.

Il Codacons ha stilato una classifica relativa alle spiagge più care d’Italia. In generale quest’anno si registra un aumento dei prezzi a causa del coronavirus che impone di ridurre la capienza degli stabilimenti balneari e di altri locali commerciali. In alcune lo località però i prezzi sono davvero troppo elevati. Occorre dunque prestare un po’ di attenzione per evitare brutte sorprese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Linea Verde Estate approda a Livorno, tutti i dettagli

Spiagge più care d’Italia: quali sono secondo il Codacons

Spiagge più care d'Italia
Spiagge più care d’Italia (Getty Images)

In base a questa indagine il primo posto tra le spiagge più care se lo aggiudica l’Hotel Excelsior del Lido di Venezia, con tende in prima fila dotate di tutti i comfort alla cifra di 453 euro. Questo è il costo di capanna, un lettino con materasso, due sedie a sdraio dotate di cuscini, un tavolo, quattro sedie pieghevoli più tre teli mare. Il Codacons precisa che in questa località la tariffa stagionale arriva a superare i 9.000 euro, più economico invece il lido dell’Hotel Des Bains, in cui l’intera stagione arriva a costare “Solo ” 8.160 euro.

Al secondo posto troviamo invece il lido dell’Augustus Hotel nella località di Forte dei Marmi, che offre una tenda con materasso queen size, più due lettini e diverse sedie sdraio per 450 euro al giorno. Il terzo lido più caro d’Italia invece è situato a Marina di Pietrasanta, in Toscana, si tratta dello stabilimento balneare Twiga, che offre una postazione completa in prima fila alla modica cifra di 400 euro al giorno.

Il quarto posto invece va all’Eco del Mare di Lerici, una località ligure che offre cabine deluxe, comprendenti ombrellone e lettini per un massimo di quattro persone a 389 euro al giorno. Quinto posto per il Lido Pettolecchia, di Savelletri, in Puglia e lo stabilimento dell’Hotel Romazzino, a Porto Cervo, il cuore della Costa Smeralda, in cui il servizio base costa “Solamente” 200 euro al giorno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Pieluigi Diaco fuori dalla Rai: “Ho un’idea per un’altra rete”