Covid: Sergio Perez primo pilota positivo in F1
Covid: Sergio Perez primo pilota positivo in F1

Covid: Sergio Perez primo pilota positivo in F1

Formula 1: Sergio Perez è il primo pilota positivo al Covid. Il messicano nel pomeriggio era risultato “non negativo” al tampone. È in isolamento.

Una notizia squarcia il circus della Formula 1. Sergio Perez, pilota messicano della Racing Point, è risultato positivo al tampone per il Coronavirus. L’ufficialità è arrivata nella serata di oggi, dopo che nel pomeriggio era stato reso noto che il primo test aveva dato esito “non negativo”. Positivo, invece, il secondo esame.

Perez è da subito entrato in isolamento, prima ancora che il suo tampone desse esito definitivamente positivo. Il messicano quindi è in quarantena e solo tra due settimane potrà nuovamente effettuare il test. Ciò porterà il team a sostituirlo per, almeno, la prossima gara del mondiale.

Prima del Gran Premio di Gran Bretagna, previsto domenica ma con le prime libere in partenza domani, tutti i piloti del circus sono stati sottoposti al tampone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Bill Gates contro i test 

Sergio Perez positivo al Covid: cosa succede ora in Formula 1?

Tutti gli altri piloti del mondiale sono risultati negativi al tampone, ciò permetterà il regolare svolgimento del prossimo Gran Premio di Silverstone, come ha già ufficializzato la stessa FIA. Per la Racing Point si pone il problema del pilota che dovrà sostituire Sergio Perez. Intanto i più stretti contatti di Perez appartenenti al team verranno messi in isolamento come il pilota.

La Racing Point in un comunicato, in cui ha “tranquillizzato” i tifosi circa le condizioni di salute di Perez, ha dichiarato di voler gareggiare a Silvestone con due monoposto. “Comunicheremo le nostre decisioni in merito, in corso d’opera”, fa sapere il team in una nota. Si apre il ballottaggio su chi sostituirà il messicano: in ballo ci sono Vandoorne e Gutierrez. La scelta definitiva è attesa per domani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, i numeri dell’ultimo bollettino italiano