È morto Nik Spatari, il pittore calabrese amico di Picasso

È morto Nik Spatari. L’artista calabrese si è spento ieri a 91 anni. Era sordo dalla nascita e amico di Pablo Picasso. Frequentò anche il filosofo Sartre

Addio a Nik Spatari. L’artista calabrese, nato a Mammola novantuno anni fa, si è spento ieri. Pittore, scultura, artista a tutto tondo, nel corso della sua lunga vita e proficua carriera, ha avuto rapporti con grandi uomini dell’arte e della cultura. Negli anni cinquanta a Parigi frequentò Pablo Picasso ma anche il grane filosofo esistenzialista Jean Paul Sartre.

“Nik Spatari è immortale. La sua opera continuerà a parlarci di lui e le future generazioni”, ha dichiarato il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà.

A dare l’annuncio della sua morte è stato invece il sindaco di Mammola,
Stefano Raschellà: “La nostra cittadina si stringe addolorata attorno alla grande personalità mammolese”, ha scritto il primo cittadino.Per la sua città natale ha realizzato il MuSaBa, il Parco Museo Santa Barbara

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sondrio, uomo muore cascando da un dirupo: era a caccia di funghi

Nik Spatari, l’artista sordo che sentiva l’arte

Spatari era sordo dalla nascita e questa sua condizione l’ha permesso di avere una maggiore sensibilità verso l’arte sensoriale

Orgoglioso delle proprie origini, ha lavorato in tutto il mondo ma non ha mai tagliato completamente i legami con la propria terra.

Tra gli artisti conosciuti e frequentati non ci sono solo Picasso e Sartre ma anche personalità come Jean Cocteau e Max Ernst. Persone che un artista ha bisogno di incontrare nella sua vita per stimolare la mente e lasciare un patrimonio artistico immenso come quello di Spatari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid Treviso, focolaio nello stabilimento Aia: 184 casi accertati